rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica / Centro Storico / Via dei Baluardi

Sicurezza, Anselmo in via dei Baluardi: "I problemi della zona Gad si sono spostati qui"

Il candidato sindaco ha rimarcato la sua contrarietà al taser in dotazione alla polizia locale

Il tema della sicurezza, nella campagna elettorale del candidato sindaco Fabio Anselmo, è affrontato da una simbolica coordinata logistica. Nel Sottomura di porta San Pietro, in via dei Baluardi all'angolo con via Quartieri, l'appuntamento con i sostenitori è per la mattina di sabato 23 marzo.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Un luogo individuato come evento di lancio, perchè "è il simbolo del degrado e del fallimento della narrazione propagandistica di chi governa", ha evidenziato l'avvocato, aggiungendo una critica allo slogan 'Fermiamo l'invasione' e la considerazione che la campagna elettorale precedente dell'attuale maggioranza "è terminata in Gad con una strumentalizzazione di una questione che non si risolve con le ruspe". La parola è quindi passata a due residenti del centro storico, che Anselmo ha presentato come "persone che non fanno parte delle mie liste".

Dalla voce di Gabriele, "cittadino di piazza Verdi", è pronunciata più volte la parola "degrado". Il residente si è soffermato su "piazza Verdi come nuovo Gad. Qui stiamo vivendo una dinamica con negozi che chiudono e spacciatori che stazionano", indicando uno scenario dove "stanno fuggendo i residenti", e chiedendo alle forze politiche "un impegno che tuteli il presente, ma che guardi al futuro". Spazio, quindi, alla testimonianza di una madre, Michela, "residente in via Carlo Mayr", che ha sottolineato i rischi di "una movida incontrollata", con confusione e rumore fino "alle 2-3 di notte", "difficoltà a trovare parcheggi per i residenti" a causa dei posti occupati indebitamente, e "il valore delle case che diminuisce".

Fabio Anselmo ha poi ricordato la bocciatura in Consiglio comunale della mozione presentata dalla consigliera del Gruppo misto Anna Ferraresi su via dei Baluardi, "che chiedeva maggiori controlli e qualche telecamera in più", domandando il motivo di tale respinta. "Allora vuol dire che i problemi della zona Gad si sono spostati qui", la conclusione della riflessione. C'è spazio per un'ammissione di responsabilità sul tema sicurezza da parte del centrosinistra alle precedenti consultazioni: "Abbandonando i territori, abbiamo messo su un piatto d'argento la vittoria per gli avversari". E per ulteriori considerazioni sulle strategie politiche: "Non ho mai avuto paura, ma ho subito i danni più forti dal fuoco amico. Non voglio liturgie e non ambisco a fare carriera politica", senza trascurare il messaggio che "non bisogna tradire i valori per i quali siamo".

Un'altra critica è rivolta all'Amministrazione: "Stiamo buttando via denaro pubblico, senza una visione della città". A fare da contraltare una "diversa visione di città", fondata su quattro temi, "Università, Polo chimico, agricoltura, cultura", destinati a portare "lavoro, benessere, e rispetto dei diritti umani". Diritti umani, della cui tutela nessuna parte politica "può sentirsi depositaria", ricordando la propria attività di avvocato difensore del marò Massimiliano La Torre".

Sostenitori di Fabio AnselmoAnselmo ha concluso il proprio intervento, ricordando la figura del docente Alfredo Corallini, recentemente scomparso, sottolineando l'importanza della "vertenza Hera dei tre sindacati", ed evidenziando la presa di posizione della Funzione pubblica Cgil sui taser, "consegnati alla polizia municipale" e sui rischi relativi all'adeguata formazione. Dispositivi "che l'Onu ha definito strumenti di tortura". Infine, un cenno al questionario sul benessere dei dipendenti comunali, riportati da Fp Cgil dove "il 18% di chi ha risposto ha affermato di sentirsi oggetto di mobbing, e il 7% ha dichiarato di essere stato oggetto di discriminazione". Dati considerati "inquietanti" da Anselmo, che ha espresso "solidarietà ai lavoratori".          

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Anselmo in via dei Baluardi: "I problemi della zona Gad si sono spostati qui"

FerraraToday è in caricamento