rotate-mobile
Elezioni 2024

Elezioni, la presidente della comunità nigeriana si candida con la Lega

Evelyn Aghom non ha dubbi: "Nel partito non c'è razzismo e al Gad è arrivata la luce"

Da quando è arrivata in Italia dalla Nigeria si è sempre occupata di integrazione e, da sei anni, è la presidente della comunità nigeriana di Ferrara e provincia, oltre ad essere la tesoriera nazionale dell’associazione Nunai, la National Union of Nigerian Association Italy. E’ arrivata a Palermo nel 1998 per seguire suo marito, atleta e allenatore di calcio. E sempre per amore, si è trasferita a Ferrara nei primi anni 2000. Lei è Evelyn Aghom, operatrice sociosanitaria e ha deciso di candidarsi in lista Lega.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

“Ricordo, nel 2019, una grande manifestazione in Gad, insieme a Nicola Lodi e all’ambasciatore della Nigeria a Roma, Yusuf Jonga Hinna – spiega -. Sono più di 20 anni che lavoro con i migranti grazie alla mediazione culturale, e penso che finché ci saranno gli esseri umani ci sarà l’immigrazione. Da quello che ho imparato, l’integrazione è tutto”.

Perché la Lega?

Ma perché ha scelto la Lega. “Quando i miei figli uscivano in Gad dicevo loro di stare attenti – aggiunge -. Quando ho visto quello che desideravo da anni, quando ho visto la luce arrivare in quelle zone, sono stata contenta. Per questo ho scelto la Lega, perché ho visto la città cambiare in meglio e voglio portare avanti quello che c’è da fare. A chi dice che in Lega c’è razzismo, rispondo che io non vedo razzismo, vedo persone. Per me Nicola Lodi e Alan Fabbri sono persone che portano avanti un bel lavoro iniziato cinque anni fa”.

Tema immigrazione

Poi il focus si sposta sul tema dell’immigrazione: “Se lasci soli migranti e rifugiati, cosa diventeranno? – si domanda -. Se li accogli e insegni loro le regole del posto in cui sono arrivati, i loro diritti e i loro doveri, allora tutto cambia. Io sono chi sono perché qualcuno ha creduto in me. Penso che l’integrazione sia accoglienza e, insieme, educazione al rispetto in tutti gli ambiti. Questo è ciò che stiamo cercando di portare avanti e insegnare come comunità nigeriana”.

La donazione di sangue

Con il Comune di Ferrara, la comunità nigeriana ha lanciato una campagna di donazione del sangue che riguarda tutti gli stranieri che hanno particolari combinazioni genetiche che rendono ‘raro’ il loro sangue. “Grazie all’iniziativa – conclude Aghom - siamo riusciti a far conoscere agli stranieri la necessità di donare. Ma se non c’è integrazione, se non diciamo loro come possono contribuire, non lo sapranno mai”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, la presidente della comunità nigeriana si candida con la Lega

FerraraToday è in caricamento