rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Calcio Malborghetto-Pontegradella / Via Copparo

Spal, Di Carlo non si fida del Rimini: "Rabbia post Torres diventi energia positiva"

Vigilia di derby al Mazza, il tecnico: "Galeotti? Gli errori capitano. In attacco servirà maturità"

Al Mazza arriva il Rimini (domenica, ore 14). Un derby tosto, per ritrovare i punti (persi contro la Torres) e riagganciare il treno salvezza. Ma è anche la terza partita in una settimana per un gruppo che, al netto della quasi totalità di arruolabili, deve necessariamente evitare di forzare la mano. Cambi in vista, dunque? Di Carlo, alla vigilia, non si sbottona. Quello su cui punta è la rabbia lasciata dal match di mercoledì, da trasformare in energia positiva.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Per affrontare al meglio la partita contro il Rimini, si deve ripartire dai primi trenta minuti contro la Torres?
“Sì. Abbiamo perso una partita, ma non certo le certezze dell’ultimo periodo. Il gruppo è coeso, sta bene, ha convinzione nei propri mezzi. E’ chiaro che la sconfitta ha lasciato un po’ di rabbia: noi dobbiamo trasformarla in energia. Serve mettere in campo tutta la forza che abbiamo”.

Il Rimini non ha le qualità della Torres.
“E’ una buona squadra, tecnica. Tutte le partite sono difficili e, da qui alla fine, ci saranno 24 punti in palio. Sappiamo bene che dopo una sconfitta c’è bisogno di una reazione: dobbiamo cercare i tre punti con maggiore determinazione. Voglio vedere questo dalla squadra”.

I centrocampisti hanno nel loro Dna questo tipo di caratteristica? Questa grinta?
“E’ la squadra che deve mettere più furore: bisogna crederci di più. Bisogna vincere più duelli, arrivare prima sulle seconde palle, alzare il ritmo in tutti i momenti della partita. Poi ovviamente ci sono anche gli avversari, che rispettiamo: Morra, su tutti, è temibile. Ma il Rimini, in fase offensiva, costruisce comunque tante azioni da gol”.

A livello tattico e fisico, ci saranno novità?
“Sono tutti recuperabili. Edera rientra nel gruppo e sono tutti pronti”.

Giusto ragionare sulla partita della settimana, ma mancano otto giornate e ci sono cinque squadre in tre punti (con due soli posti per la salvezza diretta). Lei cosa ne pensa?
“Meno male che siamo anche noi nel gruppo. E oggi ci siamo con molta più fiducia. Siamo la Spal e dobbiamo dare tutti il meglio per arrivare all’obiettivo. Tutti insieme ci arriveremo. Ce la giocheremo fino alla fine ma serve, appunto, l’aiuto di ognuno di noi”.

Le due reti subite contro la Torres hanno fatto nascere qualche dubbio, tra i tifosi, su Galeotti. Ha ancora la sua fiducia?
“Io mi baso sulle prestazioni dei giocatori e della squadra. In una partita, capitano gli errori. Ma io non mi faccio condizionare. Abbiamo dei buoni portieri: può succedere di fare una mezza cavolata, ma io credo molto in Galeotti e negli altri portieri”.

Davanti riproporrà attaccanti fisici per tenere palla e far salire la squadra?
“Contro la Torres ho messo Zilli e Petrovic perché, oltre alla fisicità, hanno corsa. A loro mancava un centrale titolare e, infatti, entrambi hanno fatto una buona gara. Idem a Vercelli: Antenucci e Rabbi avevano giocato bene. Poi ovviamente l’attaccante deve fare gol. Finché tutti si spendono per i compagni, con me vanno d’accordo. Mi aspetto personalità e maturità e sceglierò in base a questo”.

Buchel come sta?
“Marcel sa gestirsi e sa quali sono i propri pregi, soprattutto fisici. Se sta bene, gioca. Comunque anche Contiliano e Carraro stanno bene. Dietro Collodel e Nador stanno crescendo. Quindi, in mezzo al campo, abbiamo ottime scelte, anche per provare magari a fare qualcosa di diverso”.

Come valuta la prestazione di Rao contro la Torres?
“Rao ha fatto una grande partita sotto l’aspetto della corsa e delle occasioni. Non è stato fortunato, come tutta la squadra. Lì, però, bisogna essere cattivi e comunque insistere. Sta bene fisicamente e mentalmente”.

Quando potrebbe rientrare in gruppo Bassoli?
“Lo vedo in palestra, comincia a correre un po’. Ci vorrà del tempo. Dire quante settimane è difficile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spal, Di Carlo non si fida del Rimini: "Rabbia post Torres diventi energia positiva"

FerraraToday è in caricamento