rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Politica

Politica, il sottosegretario Ferrante incontra le categorie economiche nella sede di Cna

All'iniziativa, promossa da Forza Italia, si è discusso delle risorse per le infrastrutture ferraresi

Dopo la prima tappa ad Argenta all'azienda Zeus Electrostatic System Srl, il sottosegretario ai Trasporti e alle infrastrutture Tullio Ferrante, invitato sul territorio da Forza Italia Ferrara, ha partecipato all'incontro nella sede di Cna Ferrara alla presenza degli operatori economici. Davide Bellotti, presidente provinciale di Cna Ferrara, ha sottolineato che "la rete infrastrutturale della provincia di Ferrara è gravemente insufficiente e un suo rapido adeguamento, che chiediamo da decenni, sarebbe di grande beneficio non solo per Ferrara, ma per tutto il sistema regionale Ferrara si trova lungo il corridoio Baltico-Adriatico che si collega al nord Europa e ha il proprio sbocco finale a sud nel porto di Ravenna. Se si ragiona in un'ottica di area vasta risulta chiaro che adeguare la rete di comunicazione della nostra Provincia contribuirebbe a mettere in connessione tra loro le diverse aree produttive dell'Emilia Romagna, collegandole alle altre regioni del nord e ai corridoi che portano al nord Europa". 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Bellotti ha aggiunto che "i ritardi della provincia di Ferrara – ultimi in regione per i collegamenti ferroviari, ottavi per quelli stradali – vanno colmati rapidamente: adeguamento della Statale 16 e della Ferrara Mare, realizzazione della Autostrada Cispadana e della Nuova Romea, avvio della terza corsia della A13, sono urgenze non più rinviabili, accanto a un'adeguata manutenzione della rete stradale, le cui condizioni sono ormai un serio ostacolo allo sviluppo del nostro autotrasporto. Allo stesso modo, bisogna pensare allo sviluppo delle direttrici ferroviarie: Corridoio adriatico e asse cis-transpadano, per i collegamenti commerciali; asse Ferrara-Est per il trasporto di persone e turisti". 

Il vicepresidente della Camera di Commercio Ferrara e Ravenna Paolo Govoni ha evidenziato che "in particolare nel momento che stiamo vivendo, la sistemazione e la messa in sicurezza di alcune delle principali infrastrutture può rivelarsi una svolta importante per favorire la ripartenza dell'economia e la competitività dei comparti produttivi. La crescita infrastrutturale ed economica, inoltre, genera benefici rilevanti anche sul terreno del decongestionamento dei centri abitati e del miglioramento della qualità dell'aria. I settori economici coinvolti rappresentano il 10% delle imprese insediate in regione, il 25% degli occupati e il 93% delle esportazioni. Anche per questo chiedo al sottosegretario Ferrante, che ringrazio per essere qui oggi, l'impegno affinché i decreti attuativi della Zona logistica semplificata vengano approvati nel più breve tempo possibile in modo da assicurare semplificazione delle procedure, incentivi e sgravi fiscali a favore delle imprese".

Il sottosegretario ai Trasporti e alle infrastrutture Ferrante ha affermato che "la mia presenza qui dimostra un cambio di passo nella strategia del Governo. A tal proposito vi fornisco qualche numero che testimonia l'impegno del mio Ministero in merito alle istanze del territorio, che vengono inserite tra le priorità. 8 milioni di euro stanziati per la riqualificazione dell'area aeroportuale di San Luca. 22 milioni di euro nel 2024 per la stazione ferroviaria di Ferrara per la sua ristrutturazione e il suo efficientamento energetico. 117 milioni di euro per la Ss16, con il primo lotto ad Argenta che è già stato ultimato e proseguirà verso Alfonsine. 115 milioni di euro destinati alla rigenerazione urbana della Provincia e della città". 

Il coordinatore provinciale Fabrizio Toselli e l'assessore comunale al Turismo Matteo Fornasini hanno concluso che "Ferrara è situata strategicamente sulla direttiva con il porto di Ravenna e il sottosegretario ha ribadito l'impegno del Governo su questo tema dello sviluppo infrastrutturale, come sulla realizzazione della nuova Romea che attualmente è già in progettazione. Per troppo tempo la nostra provincia non è stata adeguatamente valorizzata, nonostante la sua posizione strategica. Come Forza Italia tramite i nostri rappresentanti al governo ci siamo presi l'impegno affinché il sottosegretario venga ogni anno a Ferrara per essere aggiornato rispetto all'andamento dei lavori già previsti e si posso sempre più colmare il gap infrastrutturale del nostro territorio, a vantaggio di imprese e sviluppo economico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politica, il sottosegretario Ferrante incontra le categorie economiche nella sede di Cna

FerraraToday è in caricamento