rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Sanità

Centro della fisiopatologia della coagulazione, Scaramagli (FdI): "Disagi con l'accorpamento degli ambulatori"

La coordinatrice comunale di Fratelli d'Italia si è soffermata su tempi di attesa, spazi e posti a sedere

La coordinatrice comunale di Fratelli d'Italia Chiara Scaramagli si è soffermata sul Centro della fisiopatologia della coagulazione che si occupa dei pazienti in trattamento con terapia anticoagulante, tra cui i pazienti trombotici.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday
 
"Tale ambulatorio, infatti, dal settore 17 ove godeva di in uno spazio indipendente - ha sottolineato l'esponente di FdI - è stato trasferito al settore 3 presso l'ambulatorio dei prelievi generici, ove, come ci si doveva aspettare, si sono riscontrati molteplici disagi dovuti all'accorpamento di due ambulatori tra i quali, solo per citarne alcuni, mancanza dei medici di riferimento, prolungamento dei tempi di attesa (perché ai pazienti che devono sottoporsi ai normali prelievi si aggiungono quelli con problemi trombotici), posti per sedersi insufficienti, spazio insufficiente per tutto il materiale e le attrezzature necessarie, impossibilità di parcheggio vicino all'ambulatorio".
 
Scaramagli ha aggiunto che "non si conosce il motivo per cui un ambulatorio specializzato che funzionava bene (dotato di parcheggio vicino) sia stato accorpato a un altro, creando solo disagi alle persone. Unica spiegazione plausibile è la carenza di personale sanitario e, così facendo, si utilizza quello in essere per asservire a ben due ambulatori, con turni probabilmente massacranti dei sanitari. Come se non bastasse si continua ancora ad assistere all'intasamento del Pronto soccorso di Cona con lunghe ore di attesa e un ingente numero di pazienti in trattamento".
 
La coordinatrice comunale del partito di Giorgia Meloni, ha evidenziato inoltre che "presso la Radiologia Generale l'unico apparecchio di diagnostica n.1 è stato dismesso da molti mesi per obsolescenza e il macchinario nuovo tarda ad arrivare. Stessa sorte per l'apparecchio radiologico n.4 che potrebbe non essere sostituito. Anche presso la Radiologia del Ps (che fa parte dell'Hub provinciale) si è in attesa di un macchinario nuovo senza certezza sulla data di consegna. Questi ritardi ovviamente allungano i tempi di attesa per effettuare un esame", sottolineando che "la Sanità è di competenza della Regione, che senza lungaggini dovrebbe assumere personale e dotare di attrezzature adeguate tutti gli ambulatori".
 
Da qui alla critica politica che è "inutile arrampicarsi sugli specchi incolpando il Governo Meloni di fantomatici tagli alla Sanità. Per il 2024 il Governo ha stanziato 136 miliardi di euro. Alla Regione Emilia Romagna sono arrivati fondi statali di 266 milioni 758mila euro. All'Ausl di Ferrara sono destinati 6 milioni 185mila euro, di cui 3 milioni 115mila euro per la riqualificazione della Cittadella San Rocco. Ben vengano tutte le opere di ristrutturazione e riqualificazione ma quando ci si trova davanti ai disagi causati dalla chiusura di ambulatori, alla dismissione di macchinari necessari senza alcuna certezza sulla consegna di quelli nuovi, alle lunghe attese presso il Ps, all'impossibilità di avere appuntamenti per esami specialistici (anche se vi è la richiesta urgente da parte del medico di base) si conclama il fallimento della Sanità emiliano-romagnola".
 
Scaramagli ha concluso che "il presidente della Regione Emilia Romagna Bonaccini ha dichiarato che il Governo di centro-destra vuole smantellare la sanità pubblica in favore di quella privata: in realtà è proprio la politica sanitaria di sinistra a costringere ormai da anni moltissime persone a rivolgersi al privato per effettuare esami e visite specialistiche. Fratelli d'Italia Ferrara continuerà a tenere accesi i riflettori sull'incapacità della Regione Emilia Romagna nella gestione della sanità e farà di tutto per fare in modo che i cittadini abbiano servizi efficienti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro della fisiopatologia della coagulazione, Scaramagli (FdI): "Disagi con l'accorpamento degli ambulatori"

FerraraToday è in caricamento