rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Sanità / Centro Storico / Corso della Giovecca, 203

Terapia anticoagulante orale, come cambia la presa in carico

Gli assistiti effettueranno il prelievo alla Casa di Comunità 'Cittadella San Rocco'

Dalla giornata di lunedì 26 febbraio cambia la presa in carico dei pazienti in Terapia anticoagulante orale di Ferrara. Gli assistiti, infatti, effettueranno il prelievo al punto prelievi situato al settore 3, sempre della Casa di Comunità 'Cittadella San Rocco', in corso Giovecca 203. Ciò assicurerà l'omogeneizzazione del modello di presa in carico degli assistiti Tao in tutta la provincia. La nuova organizzazione inciderà, evidentemente, sul punto prelievi di 'Cittadella San Rocco' che, a pieno regime, gestirà 530 utenti prenotati al giorno. Sono circa 100 gli utenti di Ferrara che, quotidianamente, si rivolgono all’azienda Sanitaria per eseguire prelievi di sangue e ricalibrare la propria terapia anticoagulante.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Alla consegna di ogni piano terapeutico, il paziente riceve l'appuntamento per il prossimo prelievo di monitoraggio. In caso di malattia o grave impedimento è necessario avvisare la segreteria organizzativa chiamando il numero telefonico 0532 237496 dalle 10.30 alle 13.30 almeno 24 ore prima, per fissare un nuovo appuntamento. Ciò consentirà una corretta presa in carico personalizzata da parte del personale dedicato. La Segreteria rimane, inoltre, a disposizione per pazienti in terapia anticoagulante per informazioni o necessità. Attraverso una campagna di comunicazione mirata, l'Ausl ha informato i pazienti in Tao della nuova organizzazione. Nel corso dell'ultimo prelievo effettuato, i pazienti hanno ricevuto un foglio informativo in cui veniva presentata la nuova modalità di presa in carico, fornendo loro tutti i riferimenti telefonici e contatti in caso di necessità. 

Inoltre, ai pazienti prenotati nella prima settimana di avvio della riorganizzazione, con appuntamenti dal 26 febbraio al 2 marzo, l'Ausl ha inviato un sms di promemoria al numero di cellulare inserito nel fascicolo sanitario. Qualora l'invio del messaggio di testo non fosse possibile, il personale si è fatto carico di chiamare personalmente l'assistito per illustrare la nuova organizzazione del percorso Tao a Ferrara. L'Ausl monitorerà puntualmente la nuova modalità di presa in carico nell'ottica di superare eventuali criticità che si dovessero presentare, confidando nella collaborazione degli utenti nel rispettare gli orari degli appuntamenti fissati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapia anticoagulante orale, come cambia la presa in carico

FerraraToday è in caricamento