rotate-mobile
Weekend

Weekend di Carnevale: da Cento a Comacchio passando da Ferrara, tutti gli eventi in programma

E poi Art e Ciocc in piazza, il Festival della Poesia al Comunale, le Poesie Porno al BlackStar e la Spal al Mazza

È un weekend con le applicazioni del meteo che saranno fra le più utilizzate per capire se e quando arriverà la fantomatica tempesta di Carnevale. Ma siccome questa rubrica nasce per farvi uscire di casa (chi può, anche solo per andare a trovare chi invece per i più diversi motivi non può uscire) e non certo per farvi rimanere lobotomizzati davanto allo schermo a guardare Sanremo, ecco quello che il fine settimana propone sfidando previsioni, gufi del malaugurio e trattori sulle strade. E nessuno penserà male di voi se in testa avrete comunque il 'Quando, quando, quando, quando' di Annalisa, i '5 cellulari' di Mahmood o la 'Cumbia della Noia' di Angelina Mango.

Nel cuore del Carnevale (con l’ombrello?)

Anche se ormai si vedono carri per settimane ben oltre il martedì grasso, i giorni sacri del carnevale sono questi. Ogni paese, ogni parrocchia, ogni rione organizza il suo: una volta il must era il Carnevale di Ravalle che poi prestava i carri a tutti gli altri. Era solo pochi anni fa, ma adesso sembra così lontano. Però, cercando in qua e là, qualche festa in maschera si trova anche in luoghi ormai poco popolati o in qualche discoteca di provincia. 

Sono però 3 (+1 il prossimo weekend) i carnevali sotto ai riflettori. La copertina è ovviamente per Cento Carnevale d’Europa, il più famoso di tutta l’Emilia-Romagna e l’unico gemellato con quello di Rio de Janeiro. Domenica il centro si colora con le splendide opere in cartapesta e i balli sfrenati a ritmo di samba con le cinque associazioni carnevalesche. In Piazza del Guercino c’è il palco principale, sul Piazzale della Rocca ecco invece il secondo palcoscenico. Domenica, come sempre, la partenza dei carri è prevista alle 14 e l’ospite di questa terza giornata è Luca Guaraldi, pianista, cantante, e performer innamorato del rock and roll e di tutti i più grandi successi di Elton John.

A Ferrara città la faccenda del Carnevale è un po’ sfuggita di mano. Una volta c’era il Carnevale Rinascimentale, adesso ci sono due carnevali: il Carnevale degli Este questo fine settimana, con tanti appuntamenti previsti sabato (quelli all'aperto sono stati annullati) e domenica, nel nome di Isabella d’Este Gonzaga; il Carnevale estense, il prossimo fine settimana (17 e 18 febbraio) con sfilate, danze storiche, spettacoli, battaglie di coriandoli e spettacoli di cucina. “Two is megl che uan”, diceva un giovanissimo Stefano Accorsi nella pubblicità di un gelato confezionato a metà anni ‘90, quindi a voi la scelta su quale Carnevale preferire.

A Comacchio il Carnevale invece è solo uno, e anzi è unico, perché nemmeno a Venezia ospitano i battelli allegorici, che nulla hanno da invidiare ai più conosciuti carri. Le imbarcazioni scivolano dolcemente sulle acque, trasportano e coinvolgono tutti i partecipanti inondando di allegria la folla che invade il centro storico. Nella speranza che l’acqua sia solo quella dei canali e non quella della pioggia (evento annullato e rimandato a domenica 18 febbraio).

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Eventi in maschera

Il Carnevale porta con sé poi tanti altri eventi collegati. Per i più piccoli c’è 'Il Castello di Carnevale': sabato e domenica le maschere incontrano i personaggi delle fiabe ed è subito magia con un percorso interattivo all’interno del Castello Estense. La sera di sabato poi, sempre negli spazi del Castello, ecco 'The Extravaganza' un evento che si inserisce, con ballo e cena, nelle manifestazioni carnevalesche, iniziativa benefica alla sua prima edizione. 

Stessa sera, ma alla Sala Estense, va in scena la commedia 'La Lena' di Ludovico Ariosto, a cura della Compagnia del Vado, con la partecipazione del gruppo danza L'Unicorno. 'La Lena' fu rappresentata a Ferrara per la prima volta nel 1528 ed è ritenuta da molti studiosi come la migliore commedia dell'Ariosto. E per Carnevale non poteva mancare Mercoledì Addams, protagonista della versione musical di una delle famiglie più stravaganti di sempre, in scena al Teatro Nuovo, sabato alle 20.30.

E a proposito di maschere e buffoni, venerdì sera al Paolo Mazza c’è Spal-Recanatese: vedremo costumi da supereroi su quelle maglie biancazzurre oppure una squadra ancora prigioniera dei propri fantasmi tanto da trasformare la realtà in farsa? Al prato verde l’ardua sentenza.

Dolci prelibatezze, mercati e mercatini

A metà fra Carnevale e San Valentino, ecco che sul Listone arriva 'Art & Ciocc', il tour dei cioccolatieri all'insegna dei sapori dolci, dalle 9 alle 20, fino a domenica. Artigiani pasticceri provenienti da diverse città italiane, ciascuno con le proprie specialità, propongono tentazioni per il palato legate alle regioni d'origine. Se il dry january è ormai finito e la dieta di inizio anno è un proposito già fallito, non resta che un po’ di sana cioccolata per risollevare l’umore e la passione.

Il mercato del venerdì invece ha qualche modifica per via di alcuni lavori, mentre sabato e domenica ecco il Mercato delle opere di ingegno in Piazza Castello e la Fiera dell'artigianato artistico e Natura in Piazza Savonarola. A Pontelagoscuro domenica l'appuntamento è con Il baule in piazza, tradizionale mercatino e mostra scambio di hobbystica, artigianato, vintage e modernariato, tempo permettendo.

Superare i confini

Il salto dall’allegria delle maschere alle profondità dei temi connessi alle persone che scappano o decidono di lasciare i paesi in cui sono nati, non è da poco, ma con la giusta consapevolezza e sobrietà si può fare. Perché oltre al Carnevale questo è il fine settimana dedicato alla Rotta Balcanica, ma non solo. Proteggere le persone, non i confini, queste le parole d’ordine della due giorni.

Sabato al Cinema Santo Spirito c’è la proiezione del documentario 'Go, Friend, Go', anticipato alle 20 da un aperitivo e alle 21 dall’intervento di don Domenica Bedin. Domenica mattina alle 10.30, incontro con due ospiti d'eccezione, Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi, fondatori dell’associazione Linea D’Ombra di Trieste che nella Piazza del Mondo accolgono chi arriva attraverso un viaggio disumano.

Si parla di confini, ma questa volta quelli fra Polonia e Bielorussia, nel documentario 'Green Border' di Agnieszka Holland, pellicola che ha vinto il Premio speciale della giuria all’ultima Mostra di Venezia. Alla frontiera dell'umanità, sul confine esausto che separa il male dal male, una regista di 74 anni, recita l'epitaffio della società europea senza però arrendersi all'indifferenza, senza darla per persa, senza nascondere la testa sotto la sabbia. E a proposito di cinema questo il programma di Sambe: venerdì alle 21.15 'Perfect Days', sabato alle 21:15 e domenica alle 15.30 '50 km all’ora', domenica alle 17:45 'Wish'.

La poesia salverà il mondo

L’auspicio è forse esagerato, ma sarebbe bello fosse così. Da sempre poco considerata, o considerata noiosa (forse per le ore passare ad impararle a memoria controvoglia) la poesia ha un momento di celebrità nell’ultimo dei Festival nati a Ferrara e dedicato Roberto Pazzi. La rassegna propone reading, incontri, concerti e spettacoli, con un calendario ricco di appuntamenti dislocati per tutto il fine settimana fra il Teatro Comunale (venerdì e sabato c’è la commedia ‘La Maria Brasca’) e il Cortazar di Pontelagoscuro.

Sempre poesie, ma di altro tipo, sono in programma al Circolo BlackStar. Dopo anni di clamoroso silenzio l'opera del recentemente riapparso Antonio Ramberti torna a far parlare con 'Poesie Porno', uno spettacolo concerto a due teste per misurarsi con le nostre paranoie sulla sessualità, i nostri mille tabú, i nostri 'mi tocco ma non te lo dirò mai': il porno dilaga ma nessuno ne parla, allora Antonio Ramberti (insieme al chitarrista Alfredo Nuti) lo canta.

Non è poesia, ma forse ci si avvicina. Sabato, alle 17.30, la libreria Libraccio ospita un evento pubblico dedicato al libro postumo di Michela Murgia 'Dare la vita', uscito da poche settimane ed entrato subito nelle classifiche dei più venduti. Si può essere madri di figlie e figli che si scelgono, e che a loro volta ci hanno scelte? Si può costruire una famiglia senza vincoli di sangue? La risposta, da sempre, è sì.

Live Music

Il menu del Jazz Club per questo fine settimana propone tre portate: venerdì ecco il contrabbassista Francesco Ponticelli che presenta il suo nuovo album 'Megapascal', sabato arriva il noto pianista Antonio Faraò, domenica chiude il duo composto da Biagio Marino e Zeno De Rossi.

Venerdì sera al Centro Sociale Il Parco ci sono i Broken Bones, gruppo pop rock. Sabato, sul palco sotto al grattacielo di Officina Meca, sala Johnny Mox un artista che negli anni ha abituato il suo pubblico alle sorprese e ai cambiamenti di prospettiva. Il suo nuovo disco, 'Anni Venti', è una fotografia spietata del decennio che stiamo vivendo. 

Domenica mattina al Ridotto ci sono i Solisti dell’Orchestra Città di Ferrara alla prese con Schubert, mentre al pomeriggio c’è praticamente il tutto esaurito al Comunale per la Mahler Chamber Orchestra che torna a Ferrara Musica per eseguire, insieme a Mitsuko Uchida, due dei più noti concerti per pianoforte di Mozart: il concerto n. 17 e il concerto n. 22. Se poi ancora non avete trovato l’evento che fa per voi, niente paura, c’è la pagina Cosa fare in città.

E per concludere…

Ma come fate a dire
che qui è tutto normale
per tracciare un confine
con linee immaginarie
bombardate un ospedale?
Per un pezzo di terra
o per un pezzo di pane
non c’è mai pace.

(Casa Mia, Ghali)

Perché l’errore di un testimone
divenga quello di molti uomini, 
perché una cattiva osservazione
si trasformi in una voce falsa, 
occorre anche 
che lo stato della società
favorisca questa diffusione.

(Marc Bloch, storico)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend di Carnevale: da Cento a Comacchio passando da Ferrara, tutti gli eventi in programma

FerraraToday è in caricamento