rotate-mobile
Sabato, 1 Aprile 2023
Sport

Tennis, prosegue il percorso del ferrarese Carlo Alberto Caniato nel circuito Itf Under 18

Il giovane tennista è reduce da un mese di febbraio denso di tornei in Sudamerica, fra Paraguay e Brasile

Carlo Alberto Caniato continua il suo percorso nel circuito Itf Under 18, la più alta espressione mondiale nel tennis giovanile. Carlo, diciassettenne e da oramai un anno e mezzo fisso negli allenamenti all'Accademia del centro tecnico di Villa Carpena di Forlì, sta tentando di entrare nella classifica Top 100 del mondo under 18, che gli consentirebbe di potere accedere ai main draw dei tornei del grande slam.

Lo staff di Carlo, nella figura del tecnico nazionale Omar Urbinati e il maestro Alberto Casadei, avevano programmato per il mese di febbraio una serie di appuntamenti e tornei in Sudamerica, tra Paraguay e Brasile. 'Litos' è partito per questa esperienza, la prima così lontana, dopo una parte di tornei del circuito svolti in Europa, con una classifica da 257 mondiale, con una grande fiducia nei propri mezzi, la convinzione di essersi preparato in maniera ottimale, ma anche la speranza con incognita di riuscire a giocare al livello dei più forti juniores del mondo. Insomma, si giocava tantissimo della stagione in corso.

Accompagnato dal Maestro Casadei, insieme al suo compagno di allenamento e di doppio Lorenzo Angelini, nel primo appuntamento di Asuncion in Paraguay, torneo J300, Carlo è dovuto partire dalle qualificazioni, riuscendo a sbarazzarsi agevolmente del cileno Piccioli e dell'argentino Arcushin. Al primo turno tabellone principale, vittoria sull'ecuadoriano Sicco e passaggio al secondo turno contro il numero 43 mondiale statunitense Horovitz. Partita perfetta e 6-4, 6-2 in favore del giovane ferrarese. Nei quarti è arrivata la sconfitta contro il francese Mc'Chic, soltanto dopo tre ore di partita e con il punteggio di 7-6 al terzo.

Seconda tappa a Porto Alegre in Brasile, in un altro J300, con partenza sempre dalle qualificazioni. Tre turni impegnativi e vincenti sul brasiliano Guglieri, sul giapponese Tomida, giocatore a ridosso dei primi 100 ITF, e infine sul brasiliano Sandoval Charvalho. Tabellone principale conquistato e primo turno opposto a un top 40, lo statunitense Rezaghi, giocatore della formazione Usa di Davis CUP junior. Vittoria 64-63 e secondo turno contro il brasiliano Fonseca, attualmente numero 9 del ranking mondiale. Partita di livello eccezionale di Carlo, dove non è riuscito a sfruttare le pochissime occasioni in suo favore, dimostrando però di avere il tennis per contrastare anche un giocatore top ten, e uscendo sconfitto 7-6, 7-5 dopo oltre due ore di lotta. Terzo torneo nel J500 di Cricuma, sempre in Brasile. In questa ultima tappa, finalmente tabellone principale e doppia vittoria nei primi due turni, contro i brasiliani Maia per 6-3, 6-2 e Oliveira 6-1, 6-2. 

Terzo turno proibitivo contro la testa di serie numero 1 del torneo, il giapponese Sakamoto, numero 10 mondiale. Anche in questa occasione, tennis di livello altissimo di Carlo, mischiato a una condizione atletica e mentale miglioratissima negli ultimi mesi di lavoro, che lo ha portato a lottare ma perdere 7-6, 6-7, 6-3. Carlo Alberto ha giocato in tutti e tre i tornei anche il doppio in coppia con Angelini. Finito il mese sudamericano, Carlo è ritornato a casa con diverse indicazioni positive, una carica ancora maggiore per il proseguo della stagione, ma soprattutto con la nuova classifica mondiale da top 140.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis, prosegue il percorso del ferrarese Carlo Alberto Caniato nel circuito Itf Under 18

FerraraToday è in caricamento