rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Calcio

Dalla Spal alla ‘sua’ Roma, De Rossi è il nuovo allenatore giallorosso

Nei quattro mesi a Ferrara tante ombre e poche luci: ma Friedkin ci crede

Daniele De Rossi ci riprova. Anzi, ci prova sul serio. Perché dopo la breve (e sfortunata, per varie ragioni e altrettante colpe) avventura alla Spal, l’ex campione del mondo siederà sulla panchina della Roma. Della sua Roma. Romano e romanista, De Rossi succede a Mourinho (l'ufficialità è arrivata intorno alle 13.30) ed ora si confronterà con il palcoscenico più difficile: la Serie A. A due categorie di distanza da Tripaldelli e soci, una più in alto di dove li aveva comunque lasciati.

Farà tutto questo con il bagaglio che ha riempito in Nazionale prima (come collaboratore tecnico) e a Ferrara poi (come allenatore dall’11 ottobre 2022 al 14 febbraio 2023). Mesi tosti quelli alla Spal per l’ex centrocampista giallorosso, conditi da poche vittorie, molti mugugni e anche qualche screzio. Voluto da Tacopina, De Rossi ha portato una ventata di entusiasmo che, però, ha coinvolto più la città che i giocatori. E al tramonto della sua esperienza, c’è stato spazio anche per qualche frecciata. Fatale la sconfitta in laguna.

Ed è proprio il Veneto il filo conduttore della sua carriera da mister: ha esordito sulla panchina della Spal nella trasferta di Cittadella (0-0), è stato esonerato dopo il ko contro il Venezia (2-1) e adesso ripartirà dalla sfida al Verona (sabato alle 18). Ripartirà, o meglio partirà. Perché allenare la Roma è sempre stato il suo sogno. Lo disse anche quando arrivò a Ferrara, lo si lesse negli occhi quando riabbracciò Nainggolan. E sarà il campo a dire quanto la Spal, in questo senso, gli è stata d’aiuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Spal alla ‘sua’ Roma, De Rossi è il nuovo allenatore giallorosso

FerraraToday è in caricamento