rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica

Politica, Guerzoni (Lega): "Chiederò al futuro sindaco di istituire l'assessorato alla famiglia"

Il consigliere comunale di Ferrara Cambia sarà candidato in una lista per il Carroccio alle elezioni amministrative

Alle prossime elezioni amministrative, Massimiliano Guerzoni correrà per la lista della Lega. Il consigliere comunale di maggioranza, attualmente nel Gruppo Ferrara Cambia, sarà dunque candidato per il Carroccio. "Essenzialmente sono entrato in politica come civico - ha specificato Guerzoni - e mi candido nella lista della Lega, ma resto un civico. Per me questo è essenziale e vorrei che questa caratteristica del mio modo di essere in politica fosse chiara a tutti i miei elettori". 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Dall'esperienza di civico al Carroccio

Una decisione maturata, tenendo conto che "questi cinque anni di mandato come consigliere comunale sono stati un'esperienza bellissima, mi hanno appassionato e coinvolto, ma credo sia tempo di ingranare un'altra marcia che forse farà superare alcune  mie carenze: ho sempre sostenuto Alan Fabbri e in questi anni ho condiviso le posizioni del vicesindaco Nicola Lodi con cui ho collaborato in modo proficuo. L'intesa si è sempre più rafforzata e desidero fare squadra con loro, che hanno rappresentato una vera svolta nell'Amministrazione di questa città, quindi mi sono avvicinato alla Lega". 

Il consigliere comunale ha aggiunto che "nella rosa dei candidati della nuova lista della Lega ho incontrato persone pulite, che vengono dal mondo del lavoro e del Terzo settore. Con loro condivido i principi, le scelte programmatiche e lo spirito di squadra: così è nato questo sodalizio, ma continuo a essere un civico, che mantiene una propria indipendenza critica e analitica con cui intendo dare un contributo libero nelle scelte politiche e di indirizzo. Questi sono alcuni dei motivi che mi hanno spinto a fare questa scelta, a entrare in un gruppo di lavoro e di governo appoggiato da un partito politico con cui ho trovato forte affinità".

Dell'esperienza di consigliere comunale, Guerzoni ha ricordato gli "anni stimolanti e molto impegnativi: abbiamo affrontato il cambiamento di comando di un'Amministrazione comunale da settant'anni governata dalla sinistra, abbiamo vissuto una pandemia, abbiamo portato avanti dei progetti molto ambiziosi e lungimiranti per questa città: dal contrasto alla malavita diffusa in certi quartieri alla riqualificazione di diverse aree della città ma anche delle frazioni, dalla riprogettazione urbanistica alla riprogrammazione degli eventi culturali e turistici, solo per fare alcuni esempi, incontrando non pochi ostacoli da parte dell'opposizione".

Periferia e frazioni

Un periodo definito "di apprendistato: non ci si inventa consiglieri, si impara a esserlo, occorre essere sempre attenti a quello che accade in città e in Italia, ragionare, confrontarsi e intrattenere buone relazioni sia con gli altri consiglieri che con i cittadini. Ho sempre creduto nella meritocrazia, e credo che perseveranza e determinazione siano premianti, ma è imprescindibile essere parte di una squadra. Poi ci sono gli obiettivi, che fanno da propulsore: mi sono speso fin dall'inizio in difesa dei principi inderogabili della morale di stampo cattolico, la famiglia, i giovani, la difesa della vita soprattutto nascente, il rilancio delle frazioni a partire da quelle del territorio da cui provengo, la promozione di iniziative a difesa e favore dei più deboli e svantaggiati. Questi stessi motivi che mi fanno veramente apprezzare l'esperienza politica finora vissuta, sono gli stessi che mi spingono a proseguirla, sempre a fianco del sindaco Alan Fabbri".

Fra gli ambiti del maggiore impegno politico, Guerzoni ha evidenziato che "l'attività che ho svolto per le frazioni, come San Martino, San Bartolomeo, Marrara, Torre Fossa e altre soprattutto nella zona sud della periferia, è stata prioritaria e molto stimolante perché mi ha fatto incontrare tantissime persone: ho seguito con passione il consiglio del sindaco, che era diventato un po' il motto del mandato 'stare con la gente e tra la gente', facendomi portavoce delle loro richieste e provando a dare risposte concrete: così facendo hai conquistato, al di là del colore politico, la loro fiducia, ancora prima del loro voto".

Il consigliere di maggioranza ha sottolineato che "un grande ringraziamento va a Nicola Lodi che ha creduto nel progetto frazioni investendo energie e risorse per restituire dignità ai territori periferici, dalla Bova a San Martino, da Pontelagoscuro a Baura, senza lasciare indietro nessuno al di là delle continue opposizioni ideologiche di chi, della minoranza, critica in modo distruttivo, accusa di scarsa progettualità, insinua presunti personalismi, ma dimentica che proviene da un governo segnato da un'inerzia annosa e stantia, e dalla quasi totale mancanza di iniziativa. Quello di Alan Fabbri è un governo vivace e 'smart', che ha creduto in progetti totalmente nuovi, su cui nessuno dei precedenti amministratori avrebbe mai scommesso, né mai ci avrebbero pensato, e che ha portato e porterà tanti benefici in tutti gli ambiti". 

Fra gli ulteriori argomenti politici, Guerzoni ha rimarcato che "è necessario tener alta l'attenzione sul tema della sicurezza, stimolare il turismo, l'imprenditoria, il commercio, sostenere l'agricoltura; ma per me è di fondamentale importanza il tema della famiglia e dei giovani, il loro presente e il loro futuro. Nei prossimi anni vorrei essere ancora tra i banchi del consiglio per dare continuità e ampliare quanto ho avuto occasione di toccare appena, attraverso la convocazione di alcune commissioni informative che sono state dei veri successi e che vanno riprese. Ricordo solo nell'ultimo anno una commissione sul cyberbullismo e una sulla celiachia, dove l'Amministrazione ha impegnato fondi per gli imprenditori. Sul tema della famiglia e del sociale, questa Amministrazione ha manifestato una grande sensibilità e operatività con l'assessorato in capo a Cristina Coletti, altra figura portante della nostra lista".

Assessorato alla famiglia

Come contributo per il prossimo mandato, Guerzoni ha espresso l'intenzione "dell'istituzione dell'assessorato alla famiglia, delega che chiederò al futuro sindaco di attivare e conferire, e che conto verrà sostenuta; lo ritengo molto importante perché la famiglia è un tema ampio e sfaccettato, che investe vari ambiti: non è riducibile ai soli servizi sociali, o abitativi, o alla salute; può investire l'aspetto etico o morale, ma tocca anche fattori economici, lavorativi e diversi servizi. Un assessorato alla famiglia può coordinare ad ampio spettro le risorse utili a risolvere le problematiche più diversificate". 

Da qui al'ipotesi di "affiancare un 'fattore famiglia' come parametro di valutazione per le graduatorie di accesso a certi servizi di competenza comunale, a vantaggio delle famiglie numerose. Un altro campo delicatissimo è quello della vita nascente, tema spesso liquidato e quasi banalizzato, che è necessario riprendere in mano e ricondurlo all'interno dell'ambito familiare, perché tocca il cuore di questa sfera. Sono sicuro che a fianco della Lega, oltre che del sindaco Fabbri e della sua giunta, ci sarà un ottimo spazio di manovra e un clima collaborativo e costruttivo, di fiducia e di confronto, anche imparando dagli errori passati, ma soprattutto rivolti a un futuro che vuol far fiorire Ferrara, ormai rinata, con la sua gente".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politica, Guerzoni (Lega): "Chiederò al futuro sindaco di istituire l'assessorato alla famiglia"

FerraraToday è in caricamento