rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Sanità / Portomaggiore

Sanità, primo giorno di attività per il Centro di assistenza urgenza

Il sindaco ha salutato il personale dell'ambulatorio dei casi a bassa complessità

Primo giorno di attività, lunedì 13 novembre, del Centro di assistenza urgenza di Portomaggiore. E' il quarto aperto nel Ferrarese, e sul territorio rappresenta l'evoluzione dell'ambulatorio per i casi a bassa complessità. Nell'occasione è giunto anche il sindaco Dario Bernardi per un saluto di benvenuto e un augurio di buon lavoro.

Il Cau si trova nella Casa della comunità Portomaggiore-Ostellato (ex ospedale di Portomaggiore) e funziona dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14. Sarà ubicato al piano terra, nell'area adiacente agli ambulatori del punto prelievi della struttura. Il servizio fa parte della più ampia riorganizzazione delle cure primarie territoriali e del sistema di emergenza-urgenza messa a punto dalla Regione Emilia-Romagna per rispondere alla gran parte dei bisogni e delle urgenze a bassa complessità clinica e assistenziale, sgravando così i Pronto soccorso necessari per far confluire solo i casi più gravi. 

Una riorganizzazione della sanità sul territorio che a Ferrara è partita da oltre un anno, all'interno di un progetto complessivo di Ausl e Azienda ospedaliera universitaria di Ferrara. Il Centro di Portomaggiore è il quarto Cau presente nella provincia ferrarese, dopo l'attivazione a Ferrara, a Comacchio e a Copparo, diventando un servizio sempre più apprezzato dai cittadini per dare una risposta più veloce e vicina a coloro che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica. Le prestazioni che vi si effettuano sono gratuite per i residenti in Provincia e in Regione.

La struttura effettua prestazioni e assistenza ai cittadini che necessitano di una rapida e appropriata risposta nell'area delle cure primarie, in integrazione all'attività svolta dal medico di Medicina generale e dal servizio di Continuità assistenziale. Non è un Pronto soccorso e nemmeno un Punto di primo intervento, così come non è prevista assistenza pediatrica e ginecologica. Si occupa della presa in carico di problemi sanitari di carattere acuto, ma di modesta entità, i cosiddetti codici minori, che necessitano di un inquadramento diagnostico e relativo trattamento in tempi rapidi: ad esempio manifestazioni dolorose non risolte con i farmaci di uso comune come dolore articolare o muscolare, febbre, ferite superficiali, manifestazioni cutanee, medicazioni e altre prestazioni infermieristiche.

Nell'ambulatorio opera un'equipe multiprofessionale formata da medici afferenti prevalentemente alla Continuità assistenziale e personale infermieristico afferente alla Casa di comunità con la possibilità di eseguire esami di laboratorio, terapie endovenose, esami radiologici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, primo giorno di attività per il Centro di assistenza urgenza

FerraraToday è in caricamento