rotate-mobile
Carabinieri / Comacchio

Gioca con la sorellina, poi si perde: bimbo urla "aiuto", carabiniere lo salva

Il militare ha sentito le grida ed è intervenuto: poi la famiglia (in vacanza) è stata rintracciata

Lo smarrimento, la paura, le urla. Erano da poco passate le ore 20 di venerdì sera, quanto un militare della Stazione dei carabinieri di Comacchio ha sentito la voce di un bambino che chiedeva aiuto fuori dal cancello della caserma.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il piccolo, di poco più di sei anni, è stato subito raggiunto dal carabiniere che lo ha tranquillizzato e fatto accomodare negli uffici. Il bambino, rassicurato dal militare dell’Arma (che è a sua volta padre), ha così raccontato di essere in vacanza in camper con i genitori e che mentre stava giocando con la sorellina più grande si è allontanato e si è perso.

I genitori, rintracciati grazie alle informazioni fornite dal piccolo in un’area di parcheggio camper di Comacchio poco distante, hanno subito raggiunto la caserma per riabbracciare il loro figlioletto. La famiglia, della provincia di Torino che si trova a Comacchio per il ponte del 25 aprile, ha ringraziato i carabinieri per il soccorso prestato al figlio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioca con la sorellina, poi si perde: bimbo urla "aiuto", carabiniere lo salva

FerraraToday è in caricamento