rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Sociale

'Non solo scuola', un servizio per favorire l'inserimento sociale di giovani con disabilità

Il gestore dovrà realizzare iniziative di accoglienza e attività socio-ricreative, nonché sportive

Fornire le stesse opportunità dei loro coetanei a minori e nuovi maggiorenni con disabilità, o provenienti da famiglie in stato di disagio economico o relazionale, tale da non permetterne l'inserimento pieno nella vita sociale. 'Non solo scuola' è il nuovo servizio che l'Amministrazione comunale, attraverso l'assessorato alle Politiche sociali, intende affidare con una procedura di gara di prossima pubblicazione, dal valore complessivo di quasi 262mila euro. Il percorso intende favorire l'inserimento sociale dei giovani, creando per loro esperienze di vita tramite la fruizione di attività educative e ricreative in orario extrascolastico e durante l'estate. Indicativamente saranno 80 i beneficiari, di cui 30 minori con disabilità e 50 minori in stato di disagio.

"Si tratta dell'ennesimo progetto - ha spiegato Cristina Coletti, assessora comunale alle Politiche sociali - che l'Amministrazione elabora per aumentare le politiche di sostegno alle persone con disabilità o in stato di emarginazione. 'Non solo scuola' vuole aumentare le risposte ai giovani che sono meno fortunati rispetto ai loro pari età, in quanto questo non significa che non debbano godere degli stessi diritti. E' una progettualità che mira a crescere i cittadini del domani consegnando le stesse opportunità di svago a tutti, e che intende consapevolizzare i più piccoli riguardo al fatto che non esistano differenze e che ciascuno merita di avere pieno accesso alla vita di comunità. Il nuovo servizio vuole essere un supporto concreto e integrarsi anche con le altre misure di sostegno rese, indistintamente, a tutte le fasce di età al fine di cancellare le differenze economiche e sanitarie per creare una società sempre più unita. 'Non solo scuola' sarà di fatto un'ottimizzazione del servizio 'Extrascuola', che sarà ricalibrato per restituire ai beneficiari un servizio maggiormente rispondente alle esigenze emerse". 

Secondo le linee guida approvate dalla Giunta, il gestore che si aggiudicherà la gara dovrà realizzare e coordinare iniziative, in modalità totalmente gratuita, di accoglienza e inserimento in attività socio-ricreative, sportive e di doposcuola per i ragazzi con disabilità o disagio, già inseriti nelle progettualità dei servizi sociosanitari operanti nel comune di Ferrara, nel periodo estivo e in periodo scolastico al di fuori delle ore di lezione. Per ogni beneficiario dovrà essere condiviso un percorso individuale in cui si saranno evidenziati la situazione iniziale del soggetto, come ad esempio la composizione del nucleo familiare, i servizi di cui già eventualmente usufruisce e la descrizione della situazione di difficoltà, gli interventi e i servizi necessari per la realizzazione degli obiettivi individuati, i risultati attesi e quelli effettivamente raggiunti.

L'operatore aggiudicatario dovrà predisporre brochure informative e creare una pagina web contenenti tutte le informazioni sulle prestazioni offerte, le modalità di accesso, i recapiti email e telefonici. Altra novità è costituita dall'introduzione di un report trimestrale, tramite il quale l'Amministrazione potrà monitorare l'impatto sociale delle attività poste in essere, potendo verificare costantemente il numero delle richieste pervenute e il tipo di disabilità o di disagio espresso al momento delle stesse, il numero di richieste soddisfatte o non soddisfatte con relative motivazioni. La durata dell'affidamento è di 12 mesi, fatta salva l'opzione di rinnovo per ulteriori 12 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Non solo scuola', un servizio per favorire l'inserimento sociale di giovani con disabilità

FerraraToday è in caricamento