rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Alimentazione / Via Modena-Cassana-Porotto / Via Cesare Diana

'Cibo amico', il progetto di Hera che permette di donare in beneficenza oltre 1.000 pasti all'anno

L'iniziativa si inserisce all'interno della giornata nazionale contro lo spreco alimentare

Più di 125mila pasti recuperati dall’inizio del progetto, per un valore totale di oltre 520mila euro, evitando la produzione di circa 55 tonnellate di rifiuti (corrispondenti a oltre 120 cassonetti). Senza contare l’emissione di anidride carbonica, i consumi di acqua, energia e terreno che sarebbero stati necessari per confezionare quei pasti.

Sono questi i dati principali, diffusi in vista della giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare (domenica), che riguardano ‘Cibo amico’, l’iniziativa nata nel 2009 grazie alla collaborazione di Hera con Last Minute Market per il recupero dei pasti preparati, ma non consumati, nelle sei mense aziendali della multiutility.

In particolare, dalla mensa Hera di Ferrara, nel 2022 è stato possibile recuperare più di mille pasti (circa mezza tonnellata), per un valore di oltre 4mila euro. Dal 2011, anno in cui ‘Cibo amico’ è stato esteso alla mensa aziendale di via Diana, sono stati recuperati più di 22mila pasti, per un valore complessivo che supera i 90mila euro. Un risparmio che ha consentito alla onlus locale coinvolta di investire le risorse liberate in altri progetti. Nel ferrarese si tratta dell’Associazione Viale K, che provvede al ritiro delle eccedenze alimentari e alla loro redistribuzione quotidiana agli enti beneficiari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Cibo amico', il progetto di Hera che permette di donare in beneficenza oltre 1.000 pasti all'anno

FerraraToday è in caricamento