rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Calcio

Il ko di Lucca costa caro a Colucci: esonerato l'allenatore della Spal

Decisiva la sconfitta del Porta Elisa, ma il mister paga un cammino deficitario

Lucchese indigesta per chi veste i colori biancazzurri. Se il match d’andata – sospeso per un acquazzone – verrà ricordato per la dura contestazione riservata al presidente Joe Tacopina (che nella pausa, sotto al diluvio, lanciò un pallone in curva come tentativo di distensione verso i tifosi), la gara di ritorno di domenica ha sancito l’esonero di Leonardo Colucci.

Il mister, o meglio ex allenatore, paga però non solo il risultato del Porta Elisa, ma anche e soprattutto un cammino che definire zoppicante è quasi un eufemismo. Due sole vittorie dal 3 ottobre – per una squadra accreditata in estate alla promozione diretta – è roba tanto effimera che quasi si fatica a credere. Eppure è successo. Le colpe del tracollo non sono solo sue, è vero, ma Colucci ha capito ben poco di questa Spal. Una rosa costruita – lo si può dire senza timore di smentita – in maniera sbagliata, che il mister (il secondo in stagione, dopo Di Carlo) ha però contribuito a mandare ancor più alla deriva.

E mentre buona parte della tifoseria esulta alla notizia del sollevamento dall’incarico, in via Copparo i ragionamenti sono più che mai intensi per trovare il sostituto. Serve una figura di carisma che rialzi il livello morale della squadra, ma anche di esperienza. Perché la Serie C è una giungla in cui per sopravvivere serve sporcarsi le mani. E questo deve essere necessariamente il diktat da qui a fine aprile: salvarsi, ad ogni costo. Perché la Serie D sarebbe la fine di tutto. Del calcio professionistico, certamente, ma forse anche del sogno di tornare definitivamente tra le grandi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ko di Lucca costa caro a Colucci: esonerato l'allenatore della Spal

FerraraToday è in caricamento