rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Amministrazione / Bondeno

Comune, variazione di bilancio da 1,2 milioni: "Fondi per edilizia, post-sisma e maltempo"

Soddisfazione da parte del primo cittadino: la lista completa delle differenze nelle varie voci

Via libera da parte del consiglio Comunale di Bondeno alla variazione di bilancio che accoglie in entrata 1 milione e 170mila euro. I fondi in maggiore disponibilità dell’Ente provengono da tre direttrici: in primis, 338mila euro derivano dalle concessioni edilizie concernenti il permesso di costruire una nuova media struttura di vendita.

Poi, altri 657mila euro sono la somma delle maggiori disponibilità economiche che l’Agenzia per la ricostruzione post-sisma ha riconosciuto ai comuni colpiti dal terremoto in ragione dell’aumento dei prezzi delle materie prime. In ultima istanza, altri 175mila euro sono destinati a Bondeno come secondo stralcio per coprire gli interventi urgenti di protezione civile resisi necessari nel 2022 a seguito della tromba d’aria del 17 agosto.

“Queste somme a disposizione vengono dirottate su oltre venti diversi interventi o progetti, così da rimodulare i costi previsti oppure da migliorare la qualità delle lavorazioni – hanno spiegato il sindaco, Simone Saletti, e l’assessore ai Lavori pubblici, Marco Vincenzi –. Dalle scuole agli altri edifici pubblici, dal patrimonio comunale alle strade, sino alla sicurezza e ai cantieri post-sisma già avviati: questi, in buona sostanza, sono gli ambiti di applicazione degli 1,17 milioni in disponibilità del Comune”.

E infatti, consultando la suddivisione delle concessioni edilizie, emerge un piano investimenti che migliora nelle voci della manutenzione straordinaria del patrimonio comunale (+10mila euro), delle scuole elementari (+5mila euro), della scuola media (+12mila euro), della palestra Bonini (+7mila euro). E poi ancora si trovano maggiori fondi per la manutenzione straordinaria delle strade comunali, per la pubblica illuminazione e per il progetto ‘Scuole sicure’ della polizia locale.

Sugli interventi di ricostruzione post-sisma, invece, vengono adeguati ai nuovi prezziari cinque cantieri, tutti attualmente in corso, assegnati a una ditta oppure giunti a progettazione definitiva: dal Ponte Rana-Bononi al cimitero del Capoluogo, che aggiungono rispettivamente 228mila e 162mila euro, passando per il Municipio (+70mila euro), per la Casa del Custode (+121mila euro) e infine per il ponte in muratura di Santa Bianca. (+75mila euro).

“Anche da quest’ultimo punto di vista, siamo soddisfatti dei maggiori finanziamenti – concludono Saletti e Vincenzi –: i cantieri pubblici di recupero post-sisma stanno procedendo spediti, e certamente le maggiori entrate risulteranno indispensabili per sopperire al caro prezzi che negli ultimi due anni ha reso più complessi gli interventi di ricostruzione. Lo stesso può dirsi per il superamento delle criticità causate dalla tromba d’aria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, variazione di bilancio da 1,2 milioni: "Fondi per edilizia, post-sisma e maltempo"

FerraraToday è in caricamento