rotate-mobile
L'intervento

Apologia di fascismo, la condanna di Fabbri: "Ferrara si fonda su rispetto e inclusione"

Il primo cittadino ha ribadito l'impegno per portare avanti progetti educativi nelle scuole

Mentre proseguono le indagini da parte della polizia circa il caso dei 24 giovani indagati per apologia di fascismo e istigazione all’odio razziale, sulla vicenda arriva il commento del primo cittadino. “Ci uniamo nel condannare fermamente ogni atto di intolleranza e violenza – dice Alan Fabbri -. Ferrara, città che si fonda su valori di rispetto, inclusione e coesione sociale. Siamo al fianco delle forze dell'ordine e della magistratura per garantire supporto”.

“Stando alle notizie apprese in queste ultime ore, si tratterebbe di 24 persone indagate, tutte tra i venti e i trent’anni, incensurate – aggiunge il sindaco -. Un elemento ulteriormente doloroso che ci impegna, come comunità, a rinnovare l’impegno su quanto stiamo già facendo, e che continueremo a fare, con progetti educativi dedicati alle scuole ed eventi pubblici per ribadire che Ferrara combatte ogni forma di discriminazione, si riconosce nei principi della Costituzione e ripudia con fermezza ogni ideologia connessa al fascismo e al nazismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apologia di fascismo, la condanna di Fabbri: "Ferrara si fonda su rispetto e inclusione"

FerraraToday è in caricamento