rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Omicidio Big Town / Via Bologna-Foro Boario / Via Bologna

Omicidio Big Town, il padre di Buzzi: "Se riaprite il bar vengo con la tenda e la foto di mio figlio"

Lo sfogo in un video sui social: "Avete rovinato due famiglie, ora vi voglio vedere al processo"

Lo sfogo di un padre che ha perso il figlio va in onda sui social. Natalino Buzzi, il suo commento, l’ha rilasciato in prima persona su Facebook, con un messaggio video di poco più di sei minuti. Un monologo in cui emergono, sostanzialmente, due sentimenti: quello del dolore, per un figlio morto, e quello della rabbia, verso gli autori dell’omicidio.

Ma su questo secondo punto, la questione è tremendamente delicata. Buzzi, infatti, si prodiga in una ricostruzione della dinamica che, al momento, non coinciderebbe del tutto con le prove raccolte dagli investigatori. Saranno questi ultimi, insieme al giudice al processo, a stabilire tutti i movimenti di venerdì sera al bar ‘Big Town’.

Accanto a ciò, come detto, c’è il dolore. Quello di un uomo che si autodefinisce “un padre non esemplare”. “Ne ho combinate - aggiunge -, ne ho fatte. Ho dato botte, ne ho ricevute. Ma non ho mai ammazzato nessuno. Come avete fatto voi? Un ragazzo di 42 anni, un gigante. Sì anche lui avrà avuto le sue colpe, non si è comportato bene”.

Poi, in mezzo al ricordo del figlio, lo stesso Buzzi inserisce alcune offese e messaggi maggiormente mirati (“Spero un giorno che vi vengo a trovare io in carcere. Non vi preoccupate, ci prenderemo un bel caffè insieme”). Il tutto è diretto, come detto, ai gestori del bar. Frasi dure, durissime. Anche se, nella seconda metà del video, specifica: “Io non cerco vendetta. Io vi verrò a vedere al processo. Avete rovinato delle famiglie, avete rovinato la vostra. Voglio vedere gli amici di mio figlio al processo. Speriamo che la giustizia faccia il suo corso”.

Poi la promessa finale, quella più sentita. “Quel bar lì non lo riaprirete mai più – dice, mentre gli occhi sono lucidi -. Se lo riaprirete verrò io davanti al bar con la foto di mio figlio, a dire che lì è stato ucciso mio figlio. Vi pianto una tenda davanti al bar, se lo aprite. E non provate a venire a chiederci scusa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Big Town, il padre di Buzzi: "Se riaprite il bar vengo con la tenda e la foto di mio figlio"

FerraraToday è in caricamento