Venerdì, 12 Luglio 2024
Economia

Da Springsteen agli studenti Unife, nasce l'Osservatorio economico per gli eventi

In atto le valutazioni sulle ricadute territoriali. E Fabbri annuncia: "Altri concerti al parco urbano"

Università da un lato, grandi eventi dall’altro. Quale impatto hanno sul territorio ferrarese? Domanda legittima che, di fatto, dovrebbe ora anche trovare una risposta concreta. Merito dell’Osservatorio economico che Ascom, Unife e Comune hanno deciso di creare, collaborando sui diversi fronti. Si tratta, nella sostanza, di un nuovo approccio – stavolta scientifico – al tema dell’attrattività del territorio.

Due gli obiettivi, di cui uno già perseguito e uno in fase di realizzazione: valutare l’impatto del concerto di Bruce Springsteen (il report è uscito a luglio) e quello portato dai circa 28mila studenti dell’Ateneo. Per questo secondo punto, è in corso proprio in questi giorni la raccolta dei dati, tramite un’indagine statistica. “Entro la fine dell’anno - promette Stefano Bonnini, docente di statistica al dipartimento di Economia – dovremmo riuscire a comunicare i risultati”.

Un’analisi già affrontata nel 2019 (in cui emerse che il giro d’affari prodotto era intorno ai 90 milioni di euro) e riproposta oggi, che fungerà da apripista verso il futuro. In base a tutta una serie di parametri, infatti, si cercheranno di comprendere gli usi e i costumi dei ragazzi, ragionando poi di conseguenza anche per la creazione di momenti ed eventi futuri. Allo stesso modo, per meglio programmare il domani, Ascom coinvolgerà dal canto suo anche l’intero tessuto produttivo locale.

I referenti dell'Osservatorio economico

“La profilazione dei bisogni e delle necessità della popolazione studentesca – incalza Marco Amelio, presidente dell’ente di via Baruffaldi - è un passaggio essenziale ed opportuno per le strategie di ospitalità e turistiche sia dal lato pubblico che da quello privato”.

Sul lato grandi eventi, invece, non è ancora stata definita quale tipologia di manifestazione verrà presa a campione. Dopo il concerto di Bruce Springsteen e, appunto, il mondo universitario, solo con l’anno nuovo Ascom, Unife e Comune decideranno dove volgere l’attenzione dell’Osservatorio. Parallelamente, però, gli spettacoli continueranno.

A tal proposito, infatti, il sindaco Alan Fabbri chiarisce come l’amministrazione sia al lavoro per riportare la musica al parco urbano (“magari anche con un paio di concerti”): “Abbiamo sempre creduto nella forza attrattiva di una città viva, che sappia dare a giovani, studenti, cittadini, pubblico un'offerta di iniziative e servizi mirati e plurimi - conclude Fabbri -. Basandoci su un costante studio sistemico di necessità e interessi potremo realizzare progetti sempre più ritagliati sulle esigenze, per massimizzarne l'efficacia e l'indotto per Ferrara”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Springsteen agli studenti Unife, nasce l'Osservatorio economico per gli eventi
FerraraToday è in caricamento