Carabinieri / Portomaggiore

Minaccia e spintona la madre, poi lancia piatti e sedie ai carabinieri

Protagonista un uomo in stato di agitazione, poi bloccato e arrestato

Minacciava e spintonava la madre, poi ha aggredito i carabinieri. E’ così finito in manette un 43enne di Portomaggiore, accusato di resistenza a pubblico ufficiale. Venerdì sera, intorno alle 21, una signora ha contattato i carabinieri chiedendo aiuto in quanto il figlio convivente – in stato di agitazione – la stava minacciando e strattonando.

Giunti sul posto, i carabinieri hanno cercato di calmare l’uomo: in tutto risposta, il soggetto ha iniziato a insultare i militari dell’Arma, lanciando verso di loro piatti, tazze e sedie. Gli stessi carabinieri hanno poi tentato di frapporsi tra il 43enne e la madre, ma l’uomo ha iniziato a spintonare con violenza anche loro.

Per questo, come detto, sono scattate le manette. Dopo esser stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma portuense, il soggetto sabato mattina si è presentato davanti al giudice del tribunale di Ferrara, che ha convalidato l’arresto e ha rinviato l’udienza dibattimentale ad aprile: nel frattempo, il 43enne dovrà presentarsi in caserma tre volte a settimana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia e spintona la madre, poi lancia piatti e sedie ai carabinieri
FerraraToday è in caricamento