rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
L'intervento

Turismo, prosegue la guerra sui numeri: il Pd risponde a Forza Italia

I consiglieri Nanni e Baraldi replicano a Fornasini e Toselli: l'intervento integrale

Riceviamo e pubblichiamo:
“Le deboli argomentazioni dei vertici ferraresi di Forza Italia cercano di coprire, con l’assurda comparazione di due ‘ere geologiche’ differenti, il grande vulnus delle politiche turistiche sviluppate da Fabbri in questi anni: la mancanza di programmazione, che dovrebbe essere l’abc per una qualsiasi città d’arte e cultura. Una debolezza ormai strutturale del nostro Comune, che non sta aiutando gli imprenditori del settore ricettivo a recuperare il terreno perso sui mercati internazionali durante la pandemia.
Toselli e Fornasini hanno l’unica preoccupazione di affermare quanto sono stati ‘bravi’ rispetto ai loro predecessori, mentre i dati spiegano che i turisti - specie quelli stranieri – preferiscono altre città emiliano-romagnole a Ferrara. Forza Italia cita i dati sui pernottamenti turistici in città tra il 2016 e il 2018: periodo che vide un incremento costante di presenze nelle nostre strutture ricettive tra gennaio e novembre (+26.156) e una crescita in linea con il resto della Regione, cosa che non sta avvenendo oggi. Nel 2019, ultimo anno dell’Amministrazione precedente e di paragone utile prima della pandemia, i pernottamenti in città furono 479.111: tra gennaio e novembre 2023, sono stati 443.994.
L’assessore Fornasini pare addebitare a problemi strutturali del nostro sistema ricettivo i numeri non soddisfacenti. Speriamo di aver capito male, perché l’occupazione media di camere nelle strutture ricettive ferraresi non tocca il 50%: restano ancora margini di miglioramento notevoli. E che dire, poi, del paragone improprio con Rimini e Reggio Emilia solo perché ‘governate dal Pd’ oppure con il dato turistico regionale, che nel 2023 ha certamente ricusato gli effetti negativi dell’alluvione in Romagna. La destra ha scelto, evidentemente, di fare ‘mulinazza’ per fuggire il confronto e i problemi veri di un settore strategico per lo sviluppo economico di Ferrara e del suo territorio.
È mai possibile che nessun sito internet degli eventi annunciati per il 2024 sia stato ancora aggiornato, tranne quello del Ferrara Buskers Festival? Ma come si può fare una promo-commercializzazione efficace in questo modo? È solo uno dei tanti esempi, piccoli e grandi, che si possono fare. Abbiamo deciso di portare la discussione in Consiglio Comunale, con una mozione ad hoc, perché bisogna invertire velocemente la rotta e aiutare il rilancio turistico con azioni concrete.
Rattrista prendere atto che i dirigenti di un partito ‘moderato’ e ‘liberale’, almeno nelle intenzioni, ricorrano ad attacchi personali verso una professionista competente per coprire i magri risultati ottenuti in quattro anni di governo. Forza Italia, probabilmente, ha una concezione padronale della Pubblica Amministrazione ma l’art. 49 della Costituzione parla chiaro: tutti i cittadini possono iscriversi a un partito politico, anche i dipendenti pubblici, per cui rispediamo serenamente ai mittenti certe illazioni e congetture da veri ‘turisti della democrazia’”.
Davide Nanni e Ilaria Baraldi, consiglieri comunali Pd Ferrara

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, prosegue la guerra sui numeri: il Pd risponde a Forza Italia

FerraraToday è in caricamento