rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Società / Centro Storico / Via Savonarola

Dieci anni di ‘ApertaMente’, al via un ciclo di incontri aperti al pubblico

Da martedì fino a maggio si parlerà di storia, attualità, imprenditoria, letteratura

Dieci anni di ‘ApertaMente’. Per festeggiare l’importante traguardo, da martedì 22 sono in previsione una serie di incontri aperti a studenti e cittadini su temi quali la matematica, la letteratura, il giornalismo, l’imprenditoria, la storia e l’attualità. Il primo appuntamento – alle 11 all’Aula Magna ‘Giulio Einaudi’ dell’omonimo istituto di via Savonarola – vedrà la presenza della sociolinguista Vera Gheno che parlerà del potere delle parole.

Novembre e dicembre

Si proseguirà lunedì 27 novembre con gli scrittori Pietro Rivaroli e Cecilia Gallotta e, il 30 novembre, con la poetessa Stella N’Djoku, ricercatrice presso l’Università della Svizzera italiana. I successivi incontri saranno di ambito scientifico: sabato 16 dicembre la divulgatrice Valentina Brombin, parlerà di Antropocene, mentre sabato 13 gennaio la professoressa Maria Giulia Luguresi (Unife) concentrerà il suo intervento su Pitagora e il suo teorema.

Gennaio e febbraio 2024

Il 2024 proseguirà con Ilaria Potenza, collaboratrice di Sole24Ore, Rolling Stone e Linkiesta, che il 20 gennaio discuterà con gli studenti proprio del lavoro della giornalista. Il 30 gennaio sarà la volta di Alice Bernardi, fornaia e titolare di Filonificio, che parlerà di imprenditoria creativa e sociale.

Nei mesi a seguire, lo storico Andrea Baravelli (Unife) investigherà le ragioni profonde del conflitto in Ucraina (8 febbraio), mentre sabato 24 febbraio si parlerà di transizione di genere con Nicolò Sproccati (interprete del documentario ‘Nel mio nome’, andato in onda su Sky) e Giovanna Cristina Vivinetto, autrice di ‘Dolore minimo’, prima raccolta poetica in Italia a infrangere il tabù della transessualità.

Primavera 2024

Il 21 marzo si toccheranno le tematiche della disabilità e della rinascita dopo un incidente con Alessandra Santandrea e Marianna Casciani che presenteranno il libro ‘La sedia di Lulù’, mentre il 26 marzo si ricorderà, a vent’anni dalla morte, la figura di Tiziano Terzani, con Alen Loreti, curatore del Meridiano Mondadori a lui dedicato.

Continueranno infine le collaborazioni con Ente Palio, che organizzerà una dimostrazione di giochi e feste di epoca estense (20 aprile) e con l’associazione Libera, che in due incontri, a febbraio e maggio, porterà anche quest’anno a scuola testimonianze di vittime della mafia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci anni di ‘ApertaMente’, al via un ciclo di incontri aperti al pubblico

FerraraToday è in caricamento