rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Politica

Diabete infantile e celiachia, Paola Boldrini: "Il disegno di legge è frutto dell'ascolto delle associazioni"

La vicepresidente dell'Intergruppo parlamentare ha commentato l'approvazione in Senato del testo

"Sono molto soddisfatta. Del diabete di tipo 1, cosiddetto infantile, si parla troppo poco, quando è invece una patologia cronica, da cui non si guarisce, che condizione l'intera esistenza, da quando si è bambini. E su cui non ci sono dati effettivi". A commentare l'approvazione in Senato del disegno di legge a firma dell'onorevole Mulè che prevede l'attivazione di un programma di diagnosi tramite screening per la popolazione di età infantile e adolescenziale, nello specifico da 1 a 17 anni, per identificare i soggetti a rischio sviluppo di diabete di tipo 1 o di celiachia, è Paola Boldrini, vicepresidente dell'Intergruppo parlamentare su diabete, pbesità e malattie croniche non trasmissibili. 

Una proposta di legge che la stessa Boldrini aveva sostenuto anche con la presentazione, insieme al collega Eugenio Comencini, di emendamenti come vicepresidente della Commissione Sanità in Senato. "Un lavoro frutto dell'ascolto delle associazioni di riferimento, sia scientifiche che di familiari". Boldrini, che ha valutato con soddisfazione l'approvazione unanime in Senato, ha ricordato che se sulla celiachia c'è abbastanza conoscenza, sul diabete di tipo 1 va fatta ancora molta sensibilizzazione, perché c'è chi lo confonde con quello adulto. Chi ne è affetto produce poca insulina ed è per questo insulino-dipendente, deve dunque convivere con la necessità quotidiana di procedere con somministrazioni.  

A oggi non esiste una cura per guarire, ma si può vivere grazie a insulina, alimentazione sana, regolare attività fisica. Il diabete giovanile riguarda il 10% della popolazione complessiva affetta da diabete, circa 4 milioni di soggetti, ed è in continuo aumento. "Effettuare screening significa potere agire in forma preventiva sulle complicanze che chi ne è affetto può incontrare. Senza occuparsi esclusivamente della cura. Significa anche potere fare censimenti nazionali e territoriali che consentano percorsi mirati nella sanità territoriale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diabete infantile e celiachia, Paola Boldrini: "Il disegno di legge è frutto dell'ascolto delle associazioni"

FerraraToday è in caricamento