rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Coldiretti

Coldiretti, delegazione ferrarese a Bruxelles: "Stop all'invasione di cibo straniero"

L'associazione ha alzato la voce davanti alla sede del Parlamento europeo: tutti i dati

Dal grano di Putin a quello canadese fatto seccare con il glifosato, mai così tanto cibo straniero è arrivato in Italia, con il valore delle importazioni agroalimentari dall’estero che nel 2023 ha raggiunto il record di 65 miliardi di euro. Prodotti spesso provenienti da Paesi che non rispettano le stesse regole di sicurezza alimentare e ambientale e di rispetto dei diritti dei lavoratori. A denunciarlo è la Coldiretti.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

E l’associazione di rappresentanza lo fa direttamente davanti al Parlamento europeo, a Bruxelles (Belgio), con una delegazione composta anche dalla costola ferrarese, a cui si è unito il segretario generale, Vincenzo Gesmundo. “Chiediamo che sull’import ci sia un netto stop all’ingresso di prodotti da fuori dei confini Ue che non rispettano i nostri stessi standard garantendo il principio di reciprocità delle regole – ribadiscono -, poiché non possiamo più sopportare questa concorrenza sleale, che mette a rischio la salute dei cittadini e la sopravvivenza delle imprese agricole”.

La protesta di Coldiretti a Bruxelles

“Un vero e proprio attacco al patrimonio agroalimentare dell’Italia favorito dalle follie europee che fanno calare la produzione agricola nazionale spingendo – sottolinea Coldiretti – il deficit alimentare del Paese che è arrivato a produrre appena il 36% del grano tenero che le serve, il 53% del mais, il 51% della carne bovina, il 56% del grano duro per la pasta, il 73% dell’orzo, il 63% della carne di maiale e i salumi, il 49% della carne di capra e pecora mentre per latte e formaggi si arriva all’84% di autoapprovvigionamento. Resta anche la minaccia dell’accordo Mercosur, il mercato comune dell’America meridionale, con le gravi inadempienze di molti Paesi sudamericani sul piano della sostenibilità delle produzioni e rischi per l’ambiente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti, delegazione ferrarese a Bruxelles: "Stop all'invasione di cibo straniero"

FerraraToday è in caricamento