rotate-mobile
La premiazione

Ferrara premiata a Bisceglie nel segno di Lucrezia Borgia: "Ponte tra i territori"

L'assessore Gulinelli: "Dedico il riconoscimento a chi non si arrende mai, come lei"

Bisceglie premia Ferrara nel segno di Lucrezia Borgia. La realtà pugliese, di cui fu duchessa consorte la celebre e controversa nobildonna rinascimentale, ha omaggiato la nostra città con un riconoscimento assegnato all’assessore alla Cultura Marco Gulinelli. Il premio si unisce a quello riconosciuto ai registi Diego Schiavo e Marco Melluso, a maggio, per il loro nuovo film ‘L'incantevole Lucrezia Borgia’. “Crediamo nella cultura e questo riconoscimento omaggia, a 12 anni dalla nostra fondazione, Ferrara e la nostra duchessa” ha sottolineato il presidente dell’Osservatorio nazionale Lucrezia Borgia, Antonio Speranza.

Il premio

Ricevendo il dono istituzionale di una targa e due pergamene, l’assessore Gulinelli ha dedicato il premio “a chi, come Lucrezia, ha saputo affrontare le avversità dell’esistenza, arrivando a migliorare la vita delle persone. Siamo uniti in una grande operazione culturale: restituire piena dignità e integrità a una protagonista della storia che, pur in un contesto familiare disfunzionale è stata un’abile amministratrice, una fine diplomatica, una donna che ha fatto del bene al suo popolo, una mecenate che ha attratto artisti, scienziati e letterati”.

Il palazzo a Bisceglie

A Bisceglie esiste anche un palazzo che porta il nome di un’omonima di Lucrezia Borgia, si trova di fronte alla chiesa di Sant’Adoeno, in romanico pugliese, patrono dei soldati Normanni. Di questo storico edificio l’artista locale Giacinto Galantino ha realizzato una riproduzione in scala, posta al centro del palco durante la premiazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrara premiata a Bisceglie nel segno di Lucrezia Borgia: "Ponte tra i territori"

FerraraToday è in caricamento