rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Ambiente

I volontari di Difesa ambientale estense trascorrono San Giorgio ripulendo aree caratterizzate da inciviltà

Nel bilancio della giornata, 6 sacchi di rifiuti indifferenziati oltre a plastica, vetro, olio esausto e un carrello

Trascorrere la festività di San Giorgio, ripulendo aree cittadine caratterizzate da inciviltà. I volontari di Difesa ambientale estense proseguono la propria azione di bonifica degli spazi, raccogliendo rifiuti abbandonati di diverso materiale. "Alcuni giorni fa - hanno scritto sulla loro pagina Facebook - avevamo ricevuto una segnalazione da parte di una nostra concittadina che casualmente aveva notato una piccola discarica nel Sottomura estense di porta San Pietro, nei pressi della passerella ciclabile che conduce sulla via Volano. Senza indugio, due volontari dell'associazione Difesa ambientale estense hanno dato la disponibilità per la pulizia della zona indicata e oggi, 23 aprile 2023, liberi dai nostri impegni lavorativi, abbiamo effettuato la bonifica".
 
L'associazione ha dunque contribuito a recuperare una pedana di plastica del peso di 50 chilogrammi circa, assieme a parti di elettrodomestici, bottiglie, lattine e vetro. "Terminato il lavoro nel Sottomura estense - ha proseguito il post della realtà ambientalista - ci siamo spostati sulla via Copparo, in prossimità del centro abitato di Boara, per rimuovere alcuni sacchi e diverse bottiglie piene di pericoloso olio esausto che il nostro volontario Leonardo aveva notato in un'area di sosta, durante il tragitto casa-lavoro. All'interno di uno di essi abbiamo rinvenuto insieme a una miriade di rifiuti misti anche i dati del probabile sversatore che abbiamo trasmesso immediatamente a Hera per eventuali sanzioni".

Infine, nel pomeriggio, ha avuto luogo il recupero di un carrello della spesa gettato da alcuni nel canale Gramicia che costeggia via Gustavo Bianchi, assieme ad altri rifiuti ritrovati nelle vicinanze. Operazione geolocalizzata per il ritiro di Hera. Alla conclusione dell'attività, dunque, il bilancio della giornata ha compreso 6 sacchi di indifferenziato, uno di plastica, uno di vetro, una pedana in plastica da 50 chilogrammi, tre bottiglie piene di olio alimentare esausto, una rete in ferro, un tubo in plastica, un cartello stradale, e un carrello della spesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I volontari di Difesa ambientale estense trascorrono San Giorgio ripulendo aree caratterizzate da inciviltà

FerraraToday è in caricamento