rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Truffa

"C'è una raccomandata per lei in caserma", ma l'anziano non casca nella truffa

Un finto militare dell'Arma ha tentato di raggirare un pensionato, che non ha abboccato

Ancora una truffa perpetrata ai danni di anziani. Ma questa volta, la potenziale vittima si è rivelata scaltra e ha smascherato il raggiro. L’episodio risale a giovedì, quando un pensionato di Ferrara è stato contattato da un fantomatico carabiniere in servizio alla stazione di via del Campo.

Il presunto militare dell’Arma ha, quindi, informato l’anziano che era atteso in caserma per ritirare una raccomandata urgente a suo nome. L’uomo, insospettito dalla richiesta, ha però mantenuto la calma e ha chiamato direttamente il Comando. Qui, i (veri) carabinieri l’hanno informato che non vi era alcun pacco e che la vicenda altro non era che un tentativo di truffa.

L’obiettivo, presumibilmente, era quello di far allontanare da casa il pensionato, così che il malvivente (o i malviventi) in questione potesse entrarvi senza problemi per rubare. I militari dell’Arma hanno, per questo, invitato la potenziale vittima a rimanere all’interno dell’appartamento, mentre una pattuglia ha presidiato la zona.

Gli incontri

In tal senso, proseguono con cadenza domenicale gli incontri nelle parrocchie che l’Arma sta organizzando per spiegare ai cittadini le tecniche di raggiri e truffe maggiormente utilizzate dai delinquenti. E i colloqui stanno già dando i primi frutti: ai vari Comandi, infatti, sono giunte diverse segnalazioni di telefonate sospette (come quelle del caso sopra citato). Nei prossimi incontri, saranno spiegate le nuove tecniche utilizzate per entrare in contatto con gli anziani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"C'è una raccomandata per lei in caserma", ma l'anziano non casca nella truffa

FerraraToday è in caricamento