rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Sanità

Stabilizzazioni in sanità, i sindacati: "Risposta concreta a segnale di preoccupazione"

Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl: "Serve confronto per capire le necessità di assunzioni nel 2024"

"Oltre 100 stabilizzazioni di lavoratrici e lavoratori precari nelle due Aziende sanitarie, un grandissimo risultato che darà la possibilità a tante ragazze e ragazzi, finalmente, di avere un contratto a tempo indeterminato. Tanti, più o meno giovani, che si sono impegnati nel lavoro a Ferrara alcune volte anche trasferendosi dalle loro città natali". A esprimere soddisfazione per la notizia è una nota congiunta di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, che ha sottolineato che "la lista è lunga: 3 medici, 2 biologi, 35 infermieri, 2 ostetriche, 3 fisioterapisti, 1 logopedista, 4 tecnici di laboratorio, 1 tecnico di radiologia, 14 oss, 5 profili dell'area tecnica, 34 dell'area amministrativa e 1 dell'area professionale".

Le sigle sindacali hanno posto dunque l'accento su "51 assunzioni a tempo indeterminato nell'area delle professioni sanitarie, 14 assunzioni a tempo indeterminato nell'area delle professioni socio sanitarie e 40 assunzioni a tempo indeterminato nell'area professionale, tecnica e amministrativa. Frutto di un accordo sindacale tra azienda e Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl che permetterà di trattenere tante lavoratrici e lavoratori nelle due Aziende che hanno maturato i requisiti necessari stabiliti nell'accordo garantendo il mantenimento delle esperienze maturate anche grazie ai grandi investimenti formativi".

I sindacati hanno quindi concluso che "al segnale di allarme e preoccupazione espressi sulla stampa pochi giorni fa arriva una prima risposta concreta molto importante. Adesso bisogna iniziare un confronto serrato per capire le necessità di assunzioni con l'inizio del 2024 senza perdere un minuto. Avanti così a tutela diritto alla salute delle persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzazioni in sanità, i sindacati: "Risposta concreta a segnale di preoccupazione"

FerraraToday è in caricamento