rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Giustizia / Portomaggiore

Rogo al poligono, l'ex sindaco Minarelli condannato in appello

Il figlio di una delle vittime: "Apprezzo il verdetto, fu un'inattività sconcertante"

La quarta sezione penale della Corte di appello di Bologna ha condannato Nicola Minarelli alla pena complessiva di un anno e due mesi di reclusione per omicidio e disastro colposi, in relazione alla vicenda dell'esplosione del poligono di Portomaggiore dove il 10 gennaio del 2016 morirono Lorenzo Chiccoli, Paolo Masieri e Maurizio Neri. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

La Corte d'appello ha dunque ribaltato la sentenza di assoluzione del Tribunale di Ferrara, condannando l'ex sindaco di Portomaggiore alla pena di sei mesi per omicidio colposo e di otto mesi per disastro colposo. Minarelli è stato condannato anche al risarcimento del danno, in solido con il Ministero dell'Interno, chiamato come responsabile civile, a favore delle parti civili costituite. All'ex primo cittadino è stato contestato di non essersi adoperato per verificare che il poligono fosse in regola, attivando gli uffici comunali preposti.

"Quale figlio di una delle vittime e avvocato di professione sebbene a distanza di molti anni dall'evento, non posso non apprezzare un verdetto il quale, indipendentemente dalle sue motivazioni (che saranno pubblicate nei prossimi 90 giorni), stabilisce una precisa responsabilità a fronte di una sconcertante inattività – perché, in vero, poco sarebbe bastato e quasi nulla è stato fatto - in capo a chi ben poteva e doveva adoperarsi", ha commentato Samuele Neri, aggiungendo "il più sentito ringraziamento al collega e amico avvocato Alberto Balboni, per la preziosa e disinteressata assistenza legale e il supporto morale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo al poligono, l'ex sindaco Minarelli condannato in appello

FerraraToday è in caricamento