rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Sociale / Barco-Pontelagoscuro / Via Bentivoglio, 56

Portierato sociale di Barco, attivati tre nuovi sportelli

I temi riguardano accoglienza alle donne, formazione e ricerca del lavoro e cura di animali domestici

Nuove opportunità in programma per un quartiere. Nella mattina di venerdì 8 marzo, al Barco sono stati attivati i nuovi sportelli presso il portierato sociale, gestito da Acer Ferrara, in via Bentivoglio 56. In accordo con l'Amministrazione comunale, il portierato in giorni e orari definiti sarà la casa del Centro Donna Giustizia - Centro Antiviolenza della Provincia di Ferrara, dell'associazione di volontari Lavoro Over 40 e delle Guardie Ecozoofile Oipa.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

"Questa iniziativa - ha evidenziato l'assessora comunale alle Politiche sociali e abitative Cristina Coletti - è un segnale tangibile della continua attenzione nei confronti delle necessità di tutte le fasce della popolazione e degli abitanti che risiedono in qualsiasi zona del territorio. Barco è un quartiere importante, popoloso, e da oggi con diverse soluzioni in più, a potenziamento di un luogo già a forte vocazione aggregativa come il portierato. Le 3 realtà che oggi si insediano ufficialmente in via Bentivoglio, a cui vanno i ringraziamenti per l'encomiabile lavoro che svolgono per supportare la nostra comunità nell'affrontare sfide difficilissime, forniranno servizi di grande rilevanza, rispondenti a necessità diversificate. Quello che si concretizza oggi è un risultato di grande beneficio per la cittadinanza, reso possibile dall'incontro di diverse sensibilità a livello istituzionale e associativo. Ringrazio, quindi, anche il presidente di Acer Ferrara Daniele Palombo e il direttore Diego Carrara per aver collaborato nella realizzazione di tutto questo". 

I locali sono stati concessi a titolo gratuito. "L'idea - ha dichiarato il direttore generale di Acer Diego Carrara - è arricchire questo luogo, mettendolo ancora più a contatto diretto con la cittadinanza. Quello di oggi è un passo in più, volto al sostegno ad associazioni che hanno bisogno di spazi e luoghi in cui incontrare associati, o farne di nuovi. Le tematiche di cui parliamo sono davvero fondamentali". Agli sportelli sarà possibile incontrare persone qualificate, senza costi ma previo appuntamento, sui temi dell'accoglienza alle donne che vivono situazioni di disagio causate dalla violenza di genere o domestica, del supporto a disoccupati in età matura attraverso attività di formazione e ricerca attiva del lavoro, ma anche sulla cura e la gestione di animali domestici.

"Quella che ci viene concessa è un'opportunità per le donne che hanno bisogno di un luogo di prossimità, che qualifica anche il modo di abitare di questo quartiere", ha commentato la presidente del Centro Donna Giustizia Paola Castagnotto, seguita da Alessandro Ciucci, referente dell'associazione Lavoro Over 40, che sottolineando la mission di una realtà "che vuole instillare fiducia nelle persone che la fiducia non l'hanno più". Per Enrico Forlani, coordinatore regionale delle Guardie Ecozoofile Oipa, è un passaggio concreto anche per "evitare i conflitti di vicinato".

Il servizio gestito dal Centro Donna Giustizia - Centro Antiviolenza della Provincia di Ferrara è fruibile da venerdì 8 marzo, il venerdì dalle 13.30 alle 15.30. I contatti telefonici sono 0532-247440, oppure 388-0909631. Il mercoledì è invece il giorno dedicato all'associazione Lavoro over 40, i cui operatori eserciteranno dalle 9 alle 12 ogni 15 giorni, a partire dal 13 marzo. Il contatto telefonico è 350 1064673. Lo sportello animali con Oipa è disponibile il lunedì pomeriggio dalle 15 alle 18, sempre ogni 15 giorni. Il contatto telefonico è 377 7085458.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portierato sociale di Barco, attivati tre nuovi sportelli

FerraraToday è in caricamento