rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Politica

Maltempo e allagamenti, il Pd chiede l'ammodernamento della rete fognaria

I consiglieri Dem hanno presentato una mozione: sul piatto 2 milioni per gli interventi

Riceviamo e pubblichiamo:

“Nei mesi scorsi, gli effetti devastanti del cambiamento climatico in atto si sono toccati con mano in molte zone del territorio ferrarese. Le immagini dell’alluvione in Toscana hanno riportato alla mente quelle, ancor più tragiche, viste nella vicina Romagna a maggio. Eventi che, un tempo, si sarebbero classificati come ‘eccezionali’ sono sempre più frequenti e provocano danni ingenti a tante famiglie e imprese agricole anche a Ferrara e dintorni.
Allagamenti si verificano spesso in vie del centro storico e delle periferie urbane, dal Barco a via Pomposa, come in molte frazioni a nord e a sud della città. Recentemente, anche i residenti di Francolino hanno deciso di costituire un comitato per chiedere al sindaco Fabbri una maggiore attenzione al problema. È importante che le difficoltà vissute da molti cittadini e imprenditori a causa degli allagamenti non siano ignorati dalla politica e trovino risposte convincenti da parte delle Istituzioni, locali e nazionali. Per questo abbiamo chiesto di discutere con urgenza questo tema nel prossimo Consiglio Comunale.
La sicurezza idraulica in un territorio storicamente fragile come quello ferrarese, strappato alle acque del Po nel corso dei secoli con paziente opera di bonifica, per noi resta una priorità inderogabile. Allagamenti sempre più frequenti e diffusi dimostrano come la rete fognaria e di scolo, in molte zone della città e del forese, sia ormai inadeguata alla mutata situazione climatica.
Urge, quindi, un piano strutturale di ammodernamento e potenziamento che può essere finanziato solo con risorse pubbliche: dal Comune, ente proprietario della rete, in stretta sinergia con il Consorzio di Bonifica e l’attuale gestore del servizio idrico integrato, Hera. È qua che dobbiamo investire, in via prioritaria, i soldi dei ferraresi prima di sponsorizzare costosi eventi organizzati da pochi privati.
Per questo, il Partito Democratico ha presentato una mozione che, se approvata dal Consiglio Comunale, impegnerà Fabbri e la giunta a spendere subito i 2.631.414 euro resi disponibili dall’accordo siglato nel 2022 tra l’azienda partecipata Acosea Impianti e Hera. Sono soldi che provengono dalle bollette dei cittadini e per ciò devono essere investiti nel potenziamento della rete di scolo, dove si verificano le criticità idrauliche maggiori. Vogliamo evitare che molti ferraresi si ritrovino, per l’ennesima volta, con l’acqua alle ginocchia e gli scantinati allagati per l’inazione di una destra che continua a ignorare la gravità della crisi ambientale in corso”.
Davide Nanni, consigliere comunale Pd
Elia Cusinato, consigliere comunale Pd

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e allagamenti, il Pd chiede l'ammodernamento della rete fognaria

FerraraToday è in caricamento