San Valentino / Centro Storico / Piazza della Cattedrale

Cuori sulla Torre della Vittoria: è polemica. Anpi: "Via subito". Replica del sindaco

Contrarie le associazioni di guerra e 'Finalmente 2024'. Fabbri: "Nessuna intenzione di offendere"

Le luminarie di San Valentino fanno discutere. A criticare l’installazione dei cuori sulla Torre della Vittoria sono le realtà legate a partigiani e reduci di guerra: “Le associazioni – scrivono Anpi, Anmig, Anmi e Anps - a fronte della presenza dei simboli di San Valentino che ricoprono la Torre della Vittoria, sacrario dedicato ai caduti di tutte le guerre, si rivolgono alle autorità competenti per chiedere di togliere immediatamente tali simboli, in quanto incompatibili e pertanto offensivi per il valore storico e patriottico del monumento”.

Il gruppo 'Finalmente 2024'

Un concetto ripreso poi anche dal gruppo ‘Finalmente 2024’ che, tramite un post sul social network Facebook firmato da Claudia Zamorani, si rivolge direttamente al sindaco Fabbri specifica: “Non riusciamo ad apprezzare l’iniziativa. È come se a Roma all’Altare della Patria sbucasse all’improvviso una fila di ballerini di salsa e merengue a lanciare cuoricini dell’amore universale sull’Altare. Auspichiamo che la prossima volta la Soprintendenza sia capace di fermare questa cecità”.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il sindaco Fabbri

Pronta la replica del primo cittadino. “Mi dispiace che a qualcuno non sia piaciuta l'installazione sulla Torre della Vittoria, ma non c'è mai stata l'intenzione di offendere – sostiene Fabbri -. Ne terremo sicuramente conto per le prossime volte, anche se, in fin dei conti, non trovo nulla di così ‘scandaloso’ o ‘vergognoso’. Sono solo cuori che celebrano l'amore universale. Credo che le luci portino sempre positività e spero che anche in questa occasione sappiate apprezzare gli sforzi fatti per rendere la nostra città più visitata e apprezzata dall'esterno”.

Il Partito Democratico

Nella giornata di venerdì, è arrivata anche la presa di posizione del Pd, con il consigliere Davide Nanni: “Condividiamo la perplessità sulla collocazione (delle luminarie, ndr) in un luogo simbolo per la storia cittadina, così caro a tante famiglie ferraresi che hanno subito lutti durante le guerre del secolo scorso. Per tale motivo abbiamo presentato formale richiesta di accesso agli atti con l’obiettivo di capire se almeno la Soprintendenza era al corrente della decisione del sindaco Fabbri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuori sulla Torre della Vittoria: è polemica. Anpi: "Via subito". Replica del sindaco
FerraraToday è in caricamento