Sabato, 13 Luglio 2024
Sociale

'La violenza nascosta', in programma 4 incontri di sensibilizzazione del Rotary Club

Gli appuntamenti in calendario dedicati al tema si svolgeranno tra ottobre e novembre

Dagli ambienti di lavoro alle mura domestiche. Dove si nasconde e si maschera la violenza di genere? Come riconoscerla e come dare il proprio contributo affinché qualcosa cambi? E' su questi argomenti che si confronteranno esperte ed esperti di ambiti differenti, nel corso del ciclo di eventi sulla violenza di genere dal titolo 'La violenza nascosta', a cura del Rotary Club Ferrara, in collaborazione con l'associazione Volunteers Vs Violence, e con il patrocinio del Ministero del Lavoro, della Provincia e del Comune di Ferrara, in programma nei mesi di ottobre e novembre a Ferrara.

Dorota Kusiak, assessora comunale alle Pari Opportunità ha ricordato che "è cruciale comprendere che la sensibilizzazione costituisce un passo fondamentale e irrinunciabile per promuovere una società più inclusiva e rispettosa. Questa necessità emerge in modo ancora più evidente alla luce degli eventi recenti e della diffusione della violenza contro le donne nelle notizie di cronaca. Ci stiamo avvicinando al 25 novembre, ma è essenziale sottolineare che l'impegno su questi temi va ben oltre questa data commemorativa. La violenza contro le donne è un problema quotidiano che richiede un impegno costante da parte di tutte le istituzioni e di tutti coloro che possono contribuire a contrastare questo fenomeno".

Adele Del Bello, presidente del Rotary Club Ferrara ha spiegato che "questo ciclo di eventi è pensato per informare e sensibilizzare istituzioni e cittadini sulle svariate forme che può assumere la violenza, spesso 'nascosta', verso donne, minori e animali, in ambienti professionali, così come in famiglia. Il Rotary Club di Ferrara, quale associazione aperta, tesa a promuovere cambiamenti positivi e duraturi in ognuno di noi e nelle comunità vicine e lontane, non poteva rimanere indifferente rispetto all'urgenza di saper rilevare e rivelare queste forme di violenza".

Quattro gli appuntamenti in calendario. I primi due, il 5 e il 12 ottobre alle 20.30 nella sala Wunderkammer, avranno come filo conduttore le discriminazioni di genere in ambienti professionali. Nel corso del primo incontro, si parlerà del cosiddetto 'Effetto Matilda' attraverso le testimonianze e le riflessioni di Cinzia Bisi, del dipartimento di Informatica e Matematica dell'Università degli studi di Ferrara, Simonetta Monica Talmelli, amministratrice unica di Famar Abbigliamento Ferrara, e Agnese Pini, direttrice de Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione, Qn. In apertura di serata, ci saranno anche i saluti di Adele Del Bello, presidente del Rotary Club Ferrara e Dorota Kusiak, assessore comunale alle Pari opportunità.

Il secondo appuntamento affronterà il tema della discriminazione di genere in ambienti professionali dal punto di vista delle istituzioni, attraverso gli interventi di Annalisa Felletti, consigliera di parità della Provincia, Rosa Maria Gaudio, direttrice del Centro universitario di studi sulla Medicina di genere dell'Università degli studi di Ferrara e Alba Scerrati, del dipartimento di Medicina traslazionale e per la Romagna dell'Università degli Studi di Ferrara. Entrambi gli incontri saranno moderati dalla giornalista Alexandra Boeru.

La seconda parte del programma avrà invece come filo conduttore il tema della violenza familiare su donne, minorenni e animali, cercando di focalizzare gli interventi sull'importanza di ciò che può "fare la differenza". A questo proposito, l'incontro del 26 ottobre alle 20.30 alla sala Wunderkammer, sarà dedicato ai "segnali sentinella", dei quali parleranno Francesca Sorcinelli, presidente di Link-Italia e vari componenti e fondatori dell'associazione Volunteers Vs Violence, come Michela Bosi, Massimo Perrone, Andrea Firrincieli ed Elena Bellodi. A moderare gli interventi sarà Roberta Capucci, medico chirurgo specializzato in Ginecologia e Ostetricia.

Il ciclo di eventi si chiuderà il 23 novembre, quale segno di adesione alla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, con uno spettacolo teatrale alla sala della Musica alle 21. In scena andrà 'Dietro quel muro - Storie di violenza familiare', realizzato in collaborazione con l'associazione Volunteers Vs Violence. Spazio, nella rappresentazione, alle letture di Silva Dambrosio, accompagnata al pianoforte da Jacopo Bonora del Circolo Amici della musica Frescobaldi. Le conclusioni della serata saranno affidate all'assessora Dorota Kusiak.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'La violenza nascosta', in programma 4 incontri di sensibilizzazione del Rotary Club
FerraraToday è in caricamento