rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cultura / Giardino-Arianuova-Doro / Via Mario Poledrelli, 21

Grisù 451, quattro giornate fra scrittura e creatività

La seconda edizione del Festival delle parole è prevista nel mese di aprile

Sono numerosi gli ospiti che parteciperanno alla seconda edizione di Grisù 451. Il Festival delle parole è in programma negli spazi della Factory di via Poledrelli dall'11 al 14 aprile. Spazio quindi a scrittori, libri, editori, dj set e incontri d'autore. Dalle proposte per il Premio Strega 2024 Olga Gambari e Fiammetta Palpati, a Claudia Grande (Menzione speciale Premio Wondy 2024) e Bernardo Zannoni (già Premio Campiello 2022), fino alle tavole rotonde dedicate a Pier Vittorio Tondelli, Luigi Bernardi, e agli Stati generali dell'editoria con Massimo Carlotto e Patrick Fogli. Senza trascurare il reading musicale del cantautore Omar Pedrini e il party grunge revival dehli anni Novanta. Gran finale, poi, con premiazione del concorso nazionale per romanzi editi Grisù 451 dei libri più meritevoli valutati dalla giuria presieduta dallo scrittore Paolo Regina.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Quattro giorni di incontri, tavole rotonde, reading musicali, dj set e concerti poetici. Quattordici appuntamenti all'insegna di parole, crittura, creatività, musica e condivisione. La Factory Grisù presenta a Ferrara la seconda edizione di Grisù 451 | Festival delle parole, con la direzione artistica dello scrittore ferrarese Paolo Panzacchi che in questa nuova edizione del Festival vuole "far incontrare a lettrici e lettori nuovi nomi, nuove proposte e creare suggestioni, sinergie e contaminazioni". Quattro giornate dense di eventi gratuiti e aperti al pubblico, ospitati nella suggestiva cornice dell'ex caserma dei vigili del fuoco, oggi una Factory che dal 2016 ha attivato centinaia di iniziative culturali, spettacoli, concerti e laboratori creativi dando voce alle associazioni del territorio. La kermesse Grisù 451 nasce infatti come evoluzione dei diversi momenti di confronto con gli scrittori che qui hanno incontrato il loro pubblico, e che oggi vogliono raccontare la loro visione del panorama editoriale. 

Questa nuova edizione del Festival abbraccia infatti più generi artistici, come arte, letteratura, musica, per creare un continuum tra i diversi ruoli della filiera editoriale, dall'illustrazione all'editing, fino ai reading musicali, e vuole anche dar voce accanto a nomi di rilievo nazionale come agli autori che oggi stanno emergendo nel panorama letterario italiano. La rassegna intende inoltre essere un'occasione per una più ampia riflessione sulla letteratura e sul mondo dell'editoria attuale con il terzo appuntamento degli Stati generali dell'editoria, condotto da Carlotto e Fogli. Il Festival si chiuderà con la proclamazione dei vincitori del concorso nazionale di romanzi editi, valutati dalla giuria presieduta dallo scrittore Paolo Regina e composta da Silvia Balzani, Anna Mantovani, Cinzia Brancaleoni, Michele Govoni, Denise Dina, oltre al presidente del consorzio Alessandro Canella. Il Festival ha ricevuto il patrocinio dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna e Comune di Ferrara.

Evento di apertura del festival al di fuori degli spazi della Factory, è la presentazione domenica 7 aprile alle 18 del romanzo giallo 'Dentro la gabbia' di Stefano Cosmo, all'Ipercoop del centro commerciale Il Castello a Ferrara. La kermesse riprende giovedì 11 aprile alle 18 con il vernissage della mostra 'Portami via' dell'illustratrice Giulia Neri, e la presentazione del suo libro illustrato 'All'ombra del vento', mentre alle 20 è previsto l'incontro con Michela Tanfoglio che racconta il mestiere di editor e agente letterario. Venerdì 12 aprile alle 18, la critica d'arte Olga Gambari presenta il suo 'Il nome segreto'. Alle 19 spazio a 'Rez – Concerto poetico' ispirato ad 'Altri libertini' di Pier Vittorio Tondelli, a cura di Eleonora Gusmano e Alessandro Romano. Alle 21.30 è prevista la presentazione del libro di scatti sulla popolazione Sami 'I nascosti', a cura della fotografa Valentina Tamborra. 

Sabato 13 aprile alle 17 è prevista la tavola rotonda 'Dialogo sul mondo di Pier Vittorio Tondelli' con Olga Campofreda, autrice del saggio 'Dalla generazione all'individuo, giovinezza, identità e impegno nell'opera di Tondelli', Eleonora Daniel, curatrice della raccolta 'Quasi di nascosto', antologia di 12 nuovi autori sotto i 25 anni, e le due giovani autrici Teresa Fraioli e Michela Panichi. Alle 18.30 Claudia Grande propone 'Bim Bum Bam Ketamina', storia estrema di un mondo isterico e ultra violento, dove gli influencer si mutilano live e nei giochi tv i concorrenti spariscono per sempre. Alle 19.30 Fiammetta Palpati presenta 'La casa delle orfane bianche' insieme a Giulio Mozzi, curatore della collana Fremen di Laurana editore. Alle 21 ci sarà Bernardo Zannoni, vincitore del Premio Campiello 2022 con il suo secondo romanzo '25'. Alle 22.30 è in programma il party revival grunge e punk anni Novanta, 'Gli anni del grunge e di Jack Frusciante', con dj set Nicolò Bizzini e incursioni letterarie.

Domenica 14 aprile alle 16 è prevista la tavola rotonda 'Ricordando la figura di Luigi Bernardi' con Patrick Fogli e Antonio Paolacci. Alle 17.30, spazio agli 'Stati generali dell'editoria e dintorni', con Massimo Carlotto e Patrick Fogli che parlano della situazione del mercato editoriale italiano. Alle 19 è il momento della premiazione del concorso nazionale romanzi editi Grisù 451, mentre alle 21.30 del reading musicale. Omar Pedrini con Federico Scarioni e Davide Apollo presenta 'Cane sciolto'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grisù 451, quattro giornate fra scrittura e creatività

FerraraToday è in caricamento