rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Agricoltura

Fondazione Fratelli Navarra, il Premio 'Guidorzi' conclude le celebrazioni del centenario

Contestualmente al concorso letterario, sono stati conferiti altri riconoscimenti

Nei giorni scorsi si è concluso l'anno commemorativo del centenario della Fondazione per l'agricoltura Fratelli Navarra, con l'evento del Premio 'Ciro Guidorzi', nell'omonimo Istituto agrario. Il dirigente scolastico Massimiliano Urbinati ha accolto il prefetto Massimo Marchesiello, il dirigente dell'Ufficio scolastico di Ferrara Giuseppe Foti, il presidente del Collegio nazionale degli agrotecnici Roberto Orlandi, il presidente della giuria del concorso Maurizio Passerini, nonché il presidente della Fondazione per l'agricoltura Fratelli Navarra Nicola Gherardi Ravalli Modoni, che hanno conferito agli studenti più meritevoli premi e borse di studio.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Presenti in rappresentanza del Comune di Ferrara anche Dorota Kusiak, assessora alla Pubblica istruzione, e Angela Travagli, assessora all'Agricoltura. In rappresentanza del Comune di Ostellato, dove risiede l'altra sede dell'Istituto Navarra, ha partecipato all'appuntamento l'assessora all'Agricoltura Elisa Panini. L'evento finale del centenario della Fondazione Navarra è stato volutamente dedicato a Ciro Guidorzi, preside che ha diretto l'Istituto agrario Navarra per un trentennio, dal 1955 al 1985, portando la scuola a eccellere nella formazione di giovani agricoltori, conferendo loro competenze di alto livello.

Guidorzi è stato un uomo appassionato e competente, che ha sempre posto attenzione al benessere degli studenti e al successo dell'Istituto. Presenti all'evento i figli di Guidorzi che, attraverso la propria testimonianza, hanno voluto condividere esperienze e ricordi legati al padre, sottolineando la sua dedizione e la sua capacità di ispirare gli altri. Il Premio 'Ciro Guidorzi' è un concorso letterario, per il quale gli studenti sono stati chiamati a riflettere su come la frase del lascito testamentario di Severino Navarra 'Lascio tutta la mia sostanza per la istituzione di una scuola di agricoltura pratica, a beneficio dei giovani della provincia di Ferrara, convinto che sia necessaria allo sviluppo dell'agricoltura, nella quale è il vero avvenire del nostro paese e dell'Italia', possa ancora oggi essere di ispirazione per il futuro e lo sviluppo del mondo agricolo e dei giovani che intendono approcciarsi alle professionalità del settore agrario. 

Il concorso è stato per i ragazzi un'opportunità per esprimere la propria creatività e per riflettere sull'importanza dell'agricoltura e dell'istruzione per il futuro della società. Gli elaborati, presentati sotto forma di racconto, poesia, saggio, intervista o vignetta sono stati valutati da una giuria, composta dal presidente Maurizio Passerini, da un membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione Navarra Alfredo Bernard, e dalle docenti di Lettere Valentina Giannini e Federica Pintus. I vincitori suddivisi per biennio e triennio, che si sono distinti per creatività, impegno e talento nella scrittura, si sono aggiudicati premi in denaro, sovvenzionati dal Collegio nazionale agrotecnici e agrotecnici laureati.

Contestualmente al concorso letterario rappresentato dal Premio 'Ciro Guidorzi', sono stati conferiti altri riconoscimenti: miglior diplomato nell'anno scolastico 2022-23; borsa di studi allo studente con il miglior percorso scolastico finora raggiunto; borsa di studi agli studenti che si sono iscritti al corso di laurea in Agraria a Ferrara nell'anno accademico 2023-2024; premio per la collaborazione a due studenti che si sono impegnati nel progetto Open Day, questi ultimi due finanziati dalla Fondazione Navarra. I riconoscimenti sono stati istituiti per premiare l'impegno e la dedizione degli studenti dell'Istituto agrario Fratelli Navarra, e per incentivare il proseguimento degli studi nel settore dell'agricoltura e delle Scienze agrarie.

Un altro momento di particolare emozione è stato quando a sorpresa sono stati chiamati sul palco della premiazione i primi diplomati con la qualifica di agrotecnici di 50 anni fa. A volere la presenza dei 12 diplomati del 1973 è stato il presidente degli Agrotecnici di Ferrara Maurizio Passerini, che ha voluto celebrare il mezzo secolo anni trascorso da quell'importante momento. La cerimonia, organizzata e curata da Tina Gaglio della Fondazione Navarra e da Stefano Giatti docente dell'Istituto agrario, si è conclusa con un applauso caloroso per tutti i premiati e con la promessa di continuare a promuovere la passione per l'agricoltura e la creatività tra gli studenti della scuola, seguendo l'esempio di Ciro Guidorzi e soprattutto dei Fratelli Gustavo e Severino Navarra.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Fratelli Navarra, il Premio 'Guidorzi' conclude le celebrazioni del centenario

FerraraToday è in caricamento