rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Liberazione

La Colonna della Libertà ritorna a Ferrara, figuranti storici e antichi veicoli militari attraversano il territorio

La sfilata del corteo, in arrivo nella città estense nella giornata di lunedì, comporterà alcune modifiche della viabilità

Il corteo della Colonna della Libertà torna a sfilare a Ferrara. Oltre 400 figuranti storici, 130 antichi veicoli militari e quasi un centinaio di stranieri da Austria, Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Gran Bretagna, Stati Uniti, Brasile e Slovenia, compongono la carovana che si appresta ad attraversare la città estense e il suo territorio. La manifestazione sarà in transito dalla giornata di sabato, nell'ambito delle celebrazioni per l'anniversario della Liberazione d'Italia del 25 aprile 1945. E' la terza volta che la rievocazione storica sfilerà lungo le strade della città, dopo le precedenti edizioni del 2008 e del 2017. Il 2023 riserva tuttavia una novità storico-musicale. A suonare, in più occasioni, sarà infatti una Pipe Band scozzese, che si esibirà nell'esatto punto, davanti alla Cattedrale, in cui proprio gli scozzesi celebrarono la Liberazione nel 1945, e con le stesse musiche. 

Al repertorio si aggiungerà una sonata che, in quell'occasione, fu dedicata al Po. La rievocazione di questo particolare momento porterà la firma della Askol Ha Brug Pipe Band, il gruppo che suona a Pegasus Bridge, considerato il tempio dei paracadutisti britannici in Normandia, con musicisti provenienti da Francia e Gran Bretagna. La manifestazione è stata presentata nel palazzo Municipale dagli organizzatori Simone Guidorzi e Filippo Spadi, con la partecipazione di alcuni amministratori dei territori coinvolti. A essere presenti erano i sindaci Alan Fabbri di Ferrara, Daniele Garuti di Poggio Renatico, Simone Saletti di Bondeno, con le assessore comunali Daniela Patroncini di Vigarano e Paola Peruffo di Copparo.  

Nella giornata di sabato il grande corteo storico arriverà a Bondeno alle 17, transitando da Felonica dove è atteso alle 15, quindi giungerà a Vigarano Pieve alle 18. Domenica saranno interessati i territori di Tresigallo alle 9.45, Lagosanto alle 12, Copparo alle 17. Lunedì alle 9 la tappa è a Poggio Renatico, poi a Sant'Agostino alle 9.40, a Vigarano Mainarda alle 10.30, e a Ferrara alle 11. Il 25 aprile alle 10 la Colonna toccherà San Felice sul Panaro e, alle 11 Mirandola. 

Nel dettaglio, il transito a Ferrara è previsto dalla stazione, appunto alle 11 circa, poi lungo viale Cavour verso largo Castello. Qui i veicoli sosteranno fino alle 19, mentre i mezzi pesanti saranno posizionati in corso Martiri della Libertà. I cornamusieri guideranno il corteo con le loro musiche e si esibiranno domenica alle 21, lunedì alle 11 durante il transito del corteo e, in spettacoli dedicati, alle 15 e alle 17, sempre in piazza della Cattedrale e sempre disposti a file di 5, come nel 1945. La Colonna della Libertà è alla sua quindicesima edizione. Gli organizzatori sono il Museo Gotica Toscana di Scarperia, in provincia di Firenze e il Museo della Seconda Guerra Mondiale del Fiume Po di Felonica, in provincia di Mantova.

In occasione della sfilata dei mezzi della Colonna della Libertà, in programma lunedì, sono previste modifiche alla viabilità in una serie di vie e piazze del territorio cittadino. Domenica dalle 19 alle 24, in piazza Travaglio c'è il divieto di fermata e di circolazione, mentre sono ammessi i veicoli della manifestazione. Lunedì dalle 10 alle 13, in via Ferraresi, via Argine Ducale, via San Giacomo, viale Costituzione, viale Cavour, largo Castello, corso Martiri della Libertà, piazza Trento Trieste c'è il divieto di circolazione per tutti i veicoli per il tempo strettamente necessario al transito del corteo. Lunedì, dalle 19 fino al termine della manifestazione, in corso Porta Reno, via Kennedy, via Bologna, via Darsena, via San Giacomo, via Argine Ducale, via Ferraresi, via C.Porta, viale Krasnodar, via Mambro, via Bologna, via Pesci con arrivo al Rivana Garden, c'è il divieto di circolazione per tutti i veicoli per il tempo strettamente necessario al transito del corteo. Infine, lunedì dalle 9 alle 19, in corso Martiri della Libertà c'è il divieto di circolazione e di fermata, eccetto per i veicoli della manifestazione, mentre in piazza Trento Trieste c'è la sospensione dell'area pedonale e  l'istituzione di zona a traffico limitato, e l'istituzione del divieto di circolazione e di fermata, eccetto per i veicoli della manifestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Colonna della Libertà ritorna a Ferrara, figuranti storici e antichi veicoli militari attraversano il territorio

FerraraToday è in caricamento