rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Politica

Dipendenti pubblici, per Colaiacovo "manca l'anticipo del rinnovo contrattuale"

Il consigliere del Partito Democratico ha chiesto lumi all'amministrazione circa tali risorse

“Perché il Comune non ha erogato ai suoi dipendenti l’anticipo contrattuale?”. E’ la questione che pone sul tavolo Francesco Colaiacovo, consigliere comunale del Partito Democratico. L’interrogazione – diretta al sindaco e all’assessore competente – nasce dal ragionamento che riguarda l’articolo 3 del Decreto Legge 145 del 18 ottobre 2023.

E che riguarda, appunto, l’anticipo del rinnovo dei contratti pubblici. “L’anticipo – spiega Colaiacovo – fa riferimento al contratto che dovrà essere stipulato relativo al triennio 2022-24 e prevede un anticipo pari a 6,7 volte l’indennità di vacanza contrattuale, per una cifra media di circa euro 800”.

“Tale anticipo – incalza - per alcune famiglie avrebbe potuto rappresentare una forma di sollievo per affrontare le spese quotidiane sempre più onerose. Ricordo che altri enti locali, come la Provincia di Ferrara, hanno proceduto ad erogare tali risorse che di fatto sono di spettanza dei singoli dipendenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti pubblici, per Colaiacovo "manca l'anticipo del rinnovo contrattuale"

FerraraToday è in caricamento