rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Sanità / Aguscello-Cona-Quartesana / Via Aldo Moro, 8

Chirurgia toracica robotica, a Cona il primo intervento con tecnica mini-invasiva

L'operazione si è svolta nello scorso 17 gennaio ed è stata eseguita su una donna di 68 anni

All'ospedale di Cona è stato eseguito il primo intervento di chirurgia toracica con tecnica mini-invasiva, utilizzando il robot 'Da Vinci'. Una strumentazione composta da una consolle chirurgica, da cui l'operatore guida le braccia robotiche, posizionate sopra il paziente. L'intervento si è svolto nello scorso mercoledì 17 gennaio, nell'Unità operativa di Chirurgia toracica dell'Azienda ospedaliera universitaria di Ferrara. 

"L'utilizzo delle più innovative apparecchiature in sala operatoria – ha evidenziato Monica Calamai, direttrice delle Aziende sanitarie ferraresi - apre grandi orizzonti per la cura dei pazienti, garantendo nuove possibilità di trattamento ai casi più complessi. L'avvio della chirurgia robotica presso l'Azienda ospedaliera rappresenta inoltre un'occasione di ulteriore crescita e perfezionamento per i nostri professionisti, in alcune tipologie di interventi. Si tratta di una nuova eccellenza che caratterizza il presidio di Cona, all'interno della rete ospedaliera provinciale, dando risposte sempre più qualificate ai cittadini e limitandone gli spostamenti verso altri territori".

Il Direttore dell'Unità operativa di Chirurgia toracica Giampiero Dolci ha aggiunto che "l'avvio della chirurgia robotica nel nostro ospedale è un'innovazione che consente di alzare il livello di precisione in alcune tipologie di interventi, preservando l'integrità funzionale degli organi coinvolti e permettendo così ai pazienti tempi di recupero più rapidi. Il legame 'evoluzione tecnologica-eccellenza clinica' è indissolubile e rappresenta un importante traguardo e un beneficio accessibile per i nostri pazienti".

L'intervento è stato eseguito su una donna di 68 anni, sottoposta a un'operazione di chirurgia robotica di timectomia, che consiste nell'asportazione di una lesione timica in una zona molto delicata e di difficile accesso. Il timo è un piccolo organo situato dietro lo sterno, nella parte anteriore del mediastino, la regione compresa tra i due polmoni che contiene cuore, vasi, esofago e trachea. I vantaggi della chirurgia robot-assistita sono legati al minor traumatismo e alla conseguente minore invasività, necessarie per eseguire interventi anche complessi. A questo si aggiunge inoltre una maggior precisione, grazie a una visione tridimensionale e ingrandita, e a una maggior facilità a operare in spazi ristretti e su piccole strutture, utilizzando gli strumenti in dotazione al robot agevolmente manovrati dal chirurgo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chirurgia toracica robotica, a Cona il primo intervento con tecnica mini-invasiva

FerraraToday è in caricamento