rotate-mobile
Sociale

Sociale, assegnati al Comune quasi 400mila euro per i servizi sul territorio

L'intera cifra sarà ripartita in tre diversi filoni: i dettagli spiegati dall'assessore

Un trasferimento statale di quasi 400mila euro assegnato al Comune di Ferrara a sostegno delle spese destinate a rafforzare l'offerta di servizi sociali sul territorio, anche in considerazione dell'ampliamento delle attività causate dalle contingenze socio-economiche.

È quanto si è visto riconoscere l'amministrazione che con tale somma, riferita al periodo del 2022, ha ampliato la prossimità dei servizi a beneficio dei cittadini in difficoltà. L'intero ammontare è stato ripartita in 3 filoni, come proposto dall'assessore Cristina Coletti. 

"Lo stanziamento di 400mila euro - spiega l'assessore comunale alle Politiche Sociali Cristina Coletti - tiene conto anche della gestione delle emergenze che si sono rese necessarie dopo gli avvenimenti bellici. Per l'amministrazione comunale è stato uno sforzo importante, indirizzato al potenziamento dei servizi già in essere sul territorio”.

La prima quota

Nello specifico, una somma di 143.059 euro sarà assegnata agli Enti Terzo Settore, attraverso un avviso pubblico che sarà emanato nelle prossime settimane per supportare e promuovere azioni specifiche, quali possono essere interventi di prossimità e assistenza a beneficio delle persone fragili e in difficoltà, e progetti di utilità sociale al fine di rafforzare i servizi alla comunità.

La seconda quota

Una quota di 220mila euro sarà destinata ad Asp Ferrara come contributo per le spese sostenute per rafforzare l'offerta di servizi sociali, anche quelli finalizzati all'ospitalità di cittadini ucraini richiedenti di protezione internazionale.

La terza quota

Ulteriori 30mila euro saranno destinati all'apertura di uno sportello dedicato alle vittime di reato. "Si tratta - continua l'assessore Coletti - di un nuovo servizio, a carattere gratuito, che intendiamo attivare a favore delle vittime di qualsiasi tipo di reato e ai loro familiari o conviventi per fornire accoglienza, informazioni, orientamento e sostegno nelle fasi successive al reato". 

Lo sportello

Lo sportello avrà, in particolare, il compito di offrire informazioni sulle forme di tutela legale previste dall'ordinamento e sulle possibilità di accedere a fondi di risarcimento per le vittime, oltre che di garantire un sostegno nella compilazione di documenti. Inoltre, potranno essere offerti percorsi di sostegno emotivo e psicologico, attraverso incontri di consulenza a cura di professionisti. Il servizio, che sarà attivato in forma sperimentale per due anni, si inserirà nella rete degli sportelli cittadini pubblici già operativi a sostegno del welfare per la comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sociale, assegnati al Comune quasi 400mila euro per i servizi sul territorio

FerraraToday è in caricamento