rotate-mobile
Carabinieri / Via Modena-Cassana-Porotto / Via Modena

Doppia aggressione al fruttivendolo, prima a schiaffi e poi col calcio della pistola

Due episodi in due giorni, davanti agli occhi della moglie del titolare: colpevole denunciato

Due aggressioni in due giorni, apparentemente senza motivo. La prima, a suon di schiaffi, la seconda addirittura con una pistola. Non è un film, ma quanto accaduto in via Modena, a Ferrara. Il primo episodio risale a lunedì mattina (4 marzo) quando un uomo di 42 anni di origini argentine si è presentato davanti al banco di un fruttivendolo intorno alle 9.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Lo straniero, senza dire nulla, ha affrontato il gestore, colpendolo come detto con violenti schiaffi, davanti agli occhi della moglie. La vittima ha quindi tentato di reagire e ha messo in fuga l’aggressore. Ma la scena si è ripetuta il giorno successivo. Martedì mattina, infatti, il sudamericano si è presentato nuovamente nel punto vendita, ma questa volta con una pistola in pugno e ha colpito il negoziante con il calcio della stessa (procurandogli ferite giudicate guaribili in 5 giorni).

Sul duplice episodio sono intervenuti i carabinieri di Porotto che hanno visualizzato le immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nelle vicinanze ed hanno individuato un soggetto che – per caratteristiche fisiche e di abbigliamento – corrispondeva a quanto descritto dal fruttivendolo.

All’alba di martedì, i militari si sono recati presso l’abitazione del presunto aggressore (sempre a Porotto) e hanno proceduto ad una perquisizione. Dopo pochi minuti è stata, infatti, trovata una pistola ad aria compressa, nascosta in una dependance dell’abitazione, all’interno di un barbecue. L’arma è stata così sottoposta a sequestro mentre il proprietario è stato denunciato per lesioni e minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia aggressione al fruttivendolo, prima a schiaffi e poi col calcio della pistola

FerraraToday è in caricamento