rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Animali

E' tempo del bagnetto: come rinfrescare i nostri amici a quattro zampe durante l'estate

Con un pò di pazienza e di organizzazione, possiamo trasformare il momento del bagnetto in un'esperienza piacevole e divertente

Durante la stagione estiva, i nostri amici a quattro zampe tendono a trascorrere più tempo all'aria aperta oppure in spiaggia, "esponendosi" così maggiormente alla possibilità di sporcarsi. Nonostante i pet siano in grado di provvedere autonomamente alla propria igiene personale, talvolta non è possibile fare a meno di lavarlo. A tal proposito, è consigliabile lavare il cane almeno una volta al mese durante la stagione calda (non più di 4/5 volte all'anno). Tralasciando la toeletta a pagamento, un bagnetto eseguito dal padroncino costituisce senza ombra di dubbio la scelta ideale per la "tranquillità" dell'animale domestico.

Di seguito, alcuni suggerimenti e consigli per la preparazione del bagno, al fine di scongiurare momenti d'ansia sia per noi che per il nostro amico pelosetto agitato.

  1. Abiti e temperatura dell'acqua: anche se stiamo lavando Fido, ovviamente un po’ di acqua arriverà anche sui nostri vestiti. Fondamentale è indossare abiti che sappiamo non si rovineranno se il cane dovesse spaventarsi e bagnarci.  L’acqua deve essere tiepida e il corpo del cane non totalmente immerso. La vasca da bagno andrà benissimo oppure se il cane fosse di taglia piccola, una bacinella in mezzo ad un eventuale giardino.
     
  2. Arriva il bagnettoFido è abituato all’acqua? Nessun problema, sarà più semplice per tutti. Il nostro pelosetto si spaventa? Dobbiamo coccolarlo e fargli capire non ci sono pericoli dentro la vasca. Una carezza in più puo’ farlo tranquillizzare.
     
  3. Shampoo e detergenti: devono essere corretti al PH di Fido senza dargli problemi di irritazione. Se non fossimo sicuri o avessimo dubbi, possiamo chiedere al nostro veterinario che ci indirizzerà verso il prodotto corretto.  In caso di un bagno contro il caldo,va bene anche la sola acqua fresca.
     
  4. Muso e orecchie: sono le parti più delicate del cane e non dovrebbero entrare in contatto con la schiuma. Il muso puo’ essere sciacquato con acqua e le orecchie pulite con un batuffolo impregnato di olio di mandorla.
     
  5. Asciugatura: una delle parti più importanti del bagnetto di Fido è proprio l’asciugatura. Prima che provveda allo scrollamento del manto, dobbiamo opportunamente tamponarlo con un asciugamano e lasciare che si asciughi al sole. Le malattie da raffreddamento sono molto comuni nei caniperché noi padroncini evitiamo di asciugarlo pensiamo che scrollandosi, l’acqua venga totalmente dispersa.


​Se il cane fosse particolarmente agitato, non dimentichiamo di portare con noi qualche snack e di lasciarlo a vista, in modo tale da premiare il pelosetto dopo un comportamento adeguato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' tempo del bagnetto: come rinfrescare i nostri amici a quattro zampe durante l'estate

FerraraToday è in caricamento