rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Casa

Progettazione della cucina: alcuni consigli per uno spazio pratico e funzionale

Progettare una cucina può sembrare complicato e impegnativo, ma seguendo i giusti consigli si può creare l’ambiente perfetto per chi ama stare ai fornelli

Nonostate il passare degli anni, la cucina non ha perso il suo ruolo centrale; al contrario, è diventata uno dei luoghi più importanti della casa in particolar modo per chi ama star dietro ai fornelli.

La cucina contemporanea, ha il vantaggio di poter essere progettata in base alle proprie esigenze a prescindere dallo spazio a disposizione. Anche chi ha un ambiente piccolo, può ricreare una zona dotata di tutti i comfort e attrezzata.

Avete intenzione di ristrutturare la cucina? Di seguito, alcuni suggerimenti per progettarla e renderla quanto più funzionale.

Come progettare la cucina tenendo d’occhio il budget

Il progetto della cucina è uno dei più importanti quando si acquista casa o semplicemente se si vogliono rinnovare gli interni. La ristrutturazione va eseguita tenendo conto prima di tutti degli spazi e poi successivamente del budget. Una volta stabilita la somma massima che intendete investire nella stanza, è importante distribuirla in base a ciò che per voi ha la precedenza.

Se preferite avere gli elettrodomestici di ultima generazione, meglio riservare gran parte dei soldi a questi apparecchi. Al contrario, se amate cucinare per molte persone, lo spazio ha un ruolo centrale insieme ai piani di lavoro che devono essere ampi e ben distribuiti.

La forma dipende dallo spazio a disposizione

sedie cucina-2
La scelta degli arredi dipende dallo spazio a disposizione

Lo spazio in casa è fondamentale perché in base ad esso possiamo decidere o meno come progettare la cucina. Ci sono molte opzioni in questo senso e ognuna è pensata per rispettare in pieno le necessità e la grandezza della camera:

  • Cucina lineare: il punto di forza di questa disposizione è quello di poter sfruttare al meglio lo spazio all’interno di una cucina piccola, perché attraverso pensili ed elettrodomestici da incasso riesce a fornire tutto quello di cui avete bisogno e non richiede una grande progettazione
  • Cucina ad angolo: in un ambiente più ampio potete pensare di progettare una cucina ad angolo, per sfruttare i benefici di quella lineare, da poter distribuire su due pareti creando un piano di lavoro continuo. Anche in questo caso la differenza la fanno gli armadietti e gli elettrodomestici da incasso che permettono di sfruttare ogni centimetro
  • Cucina ad U: è una soluzione versatile perché consente di far cucinare più persone contemporaneamente grazie alla possibilità di avere numerosi piani lavoro e più fuochi. Ideale nelle stanze di grandi dimensioni, la variante è quella a doppia linea, con i mobili paralleli l’uno all’altro
  • Cucina con penisola: senza dubbio è la più indicata se amate cucinare e allo stesso avete molto spazio a disposizione. La parte definita penisola funge da piano d’appoggio extra o da piano con fuochi oppure come bancone per la colazione. Solitamente va accostata a una cucina a L e deve avere lo stesso stile del resto dei mobili
  • Cucina con isola: è una variante di quella con penisola, e la differenza sostanziale è quella dell’elemento aggiuntivo, la cosiddetta isola che è distaccata rispetto al resto della cucina, solitamente posta al centro. Per poter avere un ambiente in cui muoversi agevolmente la stanza deve avere dimensioni importanti

Come posizionare gli elettrodomestici

cucina
Gli elettrodomestici devono essere scelti in base alle vostre esigenze

A vista o a incasso, gli elettrodomestici sono l’elemento centrale della cucina. L’aspetto più importante da prendere in considerazione a prescindere dal tipo di ambiente che scegliete e dallo spazio a disposizione, è che il lavello e il piano cottura vanno posizionati lontani l’uno dall’altro. La lavastoviglie, invece, deve essere inserita accanto al lavello per facilitarne l’utilizzo.

In un ambiente open space il nostro consiglio è quello di utilizzare elettrodomestici a incasso per dar vita a un ambiente lineare e pulito in grado di integrarsi con il living. In ogni caso, indipendentemente dal modello e dalla finitura tutti gli elettrodomestici devono essere a risparmio energetico soprattutto se trascorrete molto tempo dietro ai fornelli.

cucina-induzione-2

Se amate cucinare, i piani lavoro non possono che essere diversi e vanno progettati in modo accurato. Ad esempio se avete una cucina piccola, non bisogna rinunciarci, vi basterà scegliere quelli estraibili inseriti all’interno dei top o nelle colonne.

Anche il materiale è molto importante: deve essere pratico, facile da pulire, resistente e nel caso del top anche bello da vedere, perché avrà il compito di dare carattere all’ambiente. Tra i materiali più utilizzati ci sono:

  • Marmo: è uno dei più apprezzati perché riesce a creare un ambiente accogliente, ma è delicato, ha bisogno di molta manutenzione e può rovinarsi facilmente
  • Quarzo: uno dei più utilizzati nelle cucine moderne e duraturo, non è poroso ed è semplice da mantenere
  • Laminato: resistente agli urti, meno al calore e all’acqua, ha numerose finiture ed è indicato per un investimento medio-basso
  • Acciaio: in una cucina dallo stile contemporaneo, questo è il materiale per eccellenza perché è minimal, anche se può risultare un po’ freddo. Il vantaggio, però, è che è molto resistente e igienico

La dispensa, lo spazio extra da sfruttare al meglio

I pensili e la dispensa oltre ad avere un valore funzionale, danno all’ambiente anche un aspetto elegante e ordinato. I pensili possono essere a vista o chiusi da ante, solitamente hanno una profondità di 35 cm e un’altezza massima di 120 cm. Inoltre vengono posizionati da terra a un’altezza inclusa tra 140 e 150 cm.

Le colonne, invece solitamente contengono gli elettrodomestici come forno o frigorifero e in alcune case, se dotati di mensole, possono diventare anche una pratica dispensa. La profondità standard è di 58 centimetri, mente possono arrivare a un massimo di 240 cm in altezza.

L’illuminazione non va trascurata

L’illuminazione è uno degli elementi fondamentali in ogni stanza, in particolare in cucina e negli ultimi anni si sta sempre più orientando verso la luce a Led. Di solito oltre al lampadario centrale le cucine moderne, hanno diversi faretti inseriti nella cappa o nei profili della cucina, una soluzione utile se vi serve molto tempo per cucinare e sperimentare nuove ricette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progettazione della cucina: alcuni consigli per uno spazio pratico e funzionale

FerraraToday è in caricamento