Benessere

Colpo di sole e colpo di calore: cosa sono, differenze e come contrastare i "bollenti" disturbi

Colpo di sole e colpo di calore spesso sono confusi tra loro, ma con alcuni accorgimenti è possibile distinguerli distinguerli e intervenire correttamente

Colpo di calore e colpo di sole non sono la stessa cosa. Le due parole sono spesso confuse o utilizzate tra loro come sinonimi, ma in realtà si tratta di due termini ben distinti che si riferiscono a disturbi differenti, entrambi diffusi con l'arrivo del caldo.

Con le temperature sempre più alte e torride tipiche della stagione estiva, è buona cosa imparare a distinguerli, soprattutto per intervenire prontamente nella maniera più corretta. 

Cos'è il colpo di calore

Il colpo di calore si manifesta quando le temperature sono davvero molto alte (superano i 35 gradi e arrivano anche ai 40), quando non c'è ventilazione e l'umidità è a livelli elevati (60-70%). Sono queste condizioni che non permettono all'organismo di disperdere il calore attraverso la sudorazione e di mantenere la termoregolazione intorno ai 37 gradi centigradi. In questo caso c'è il rischio che il corpo vada in ipertermia provocando un malore.

I principali sintomi del colpo di calore sono:

  • debolezza e confusione
  • vertigini
  • arrossamento cutaneo
  • crampi
  • mal di testa
  • nausea o vomito
  • battito cardiaco accelerato
  • perdita di coscienza

Nel caso in cui si presenti un colpo di calore, è bene chiamare un medico e, nell'attesa che arrivi, distendere la persona a terra con le gambe verso l'alto cercando di far stare il soggetto in un luogo fresco e con un'adeguata ventilazione. Anche degli impacchi freddi possono aiutare a far scendere la temperatura corporea. Dopo che la persona ha ripreso coscienza, è bene farla bere ma a piccoli sorsi. 

Prevenire un colpo di calore è possibile con alcuni accorgimenti:

  • evitando l'esposizione al sole nelle ore più calde
  • bevendo molta acqua o bevande ricche di sali minerali
  • evitando pasti pesanti e consumare molta frutta e verdura
  • indossando abiti leggeri e traspiranti

Cos'è il colpo di sole

Colpo di sole o insolazione sono invece un disturbo differente provocato da altra cause. Quando il corpo viene esposto direttamente al sole, in particolar modo la testa, tutto l'organismo subisce un aumento della temperatura e può presentarsi, appunto, l'insolazione. 

I principali sintomi del colpo di sole sono:

  • comparsa di eritema e bolle nelle parti esposte al sole
  • occhi arrossati con lacrimazione e fotofobia
  • sudorazione
  • comparsa di febbre
  • mal di testa
  • dolore nucale
  • stato confusionale

In caso di insolazione si consiglia di:

  • andare in un luogo fresco
  • mettersi supini con le gambe leggermente sollevate
  • bere molto
  • fare impacchi freddi nelle zone delle tempie, polsi, collo, caviglie
  • consultare un medico

Prevenire un colpo di sole si può con i seguenti accorgimenti:

  • bere molta acqua nel corso della giornata
  • mangiare cibi leggeri e freschi, soprattutto frutta e verdura
  • evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata
  • applicare la crema protettiva per il sole nelle ore in cui ci si espone ai raggi
  • indossare abiti leggeri e traspiranti
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo di sole e colpo di calore: cosa sono, differenze e come contrastare i "bollenti" disturbi
FerraraToday è in caricamento