rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Basket

Basket, la Sella Cento si arrende a Udine

La gara si è conclusa con il punteggio di 93-80, il prossimo impegno è al Palaflaminio di Rimini

La Sella Cento cade alla Baltur Arena contro una sontuosa Apu Oww Udine; solida prestazione dei biancorossi che lottano fino a 3 minuti dalla fine per poi doversi arrendere alle triple di Caroti e Ikangi, inutili i 20 di Sabin. Quintetto di partenza per la Sella Cento composto da Moreno, Toscano, Archie, Benvenuti e la novità Ty Sabin; per l'Apu Udine iniziano Monaldi, Gaspardo, Alibegovic, Clark e Delia. Palla a due vinta da Udine che parte subito forte con una tripla dall'angolo di Monaldi, la Sella si porta in attacco con Moreno che perde palla e mandando a schiacciare indisturbato Gaspardo; il primo canestro della Benedetto porta la firma del nuovo titolare Sabin che segna da due in step back, Toscano nell’azione successiva riceve lo scarico di Archie e segna da tre punti reagendo subito all'inizio problematico. 

Ora la Sella inizia a girare anche in difesa, Archie recupera palla, conduce il contropiede che si conclude con la tripla di Sabin, successivamente Monaldi esce dai blocchi in punta e segna dai 6.75, per i biancorossi arriva un canestro in back door per Palumbo. A due minuti dalla fine del primo quarto Ikangi riceve in angolo e segna da tre, uscendo dal time out di Mecacci Mussini segna da tre, nel possesso seguente, Palumbo che segna in penetrazione subendo il fallo; negli ultimi secondi Ikangi segna allo scadere il 22 pari. Il secondo quarto vede subito la Benedetto partire forte con Mussini che segna due punti, risponde Monaldi dalla lunga distanza, ma l’inizio è tutto della Sella che mette altri 4 punti in fila grazie agli appoggi di Bruttini e Archie. Palumbo strappa un altro rimbalzo, conduce la transizione poi serve il numero 4 biancorosso che ne mette altri due, risponde Clark in penetrazione con il gioco da 3 punti, ma il padrone del parquet è Mussini che porta altri due punti in penetrazione alla Sella; la palla persa di Sabin scaturisce il contropiede di Alibegovic che segna da tre

Partita molto intensa e ad alto punteggio, Albegovic ne mette altri due in Fade-Away, a un minuto dalla fine arrivano due triple di Caroti e Ikangi allo scadere per il 44-42 di Udine. Il terzo periodo parte subito con due belle difese centesi e aggressività in attacco, poi Ikangi segna due punti in post e la terza tripla di serata su altrettanti tentativi, così come Monaldi che mette la quarta tripla siglando 8-0 di parziale che fa scivolare la Sella sul -8. Gaspardo ne segna altri due per Udine portando i bianconeri avanti di dieci lunghezze; primo vero momento di difficoltà per la Benedetto, Palumbo batte un colpo e segna in isolamento dalla lunga distanza ma ora l’attacco friulano alza le sue percentuali con i canestri di Gaspardo e Arletti. Per la Sella Toscano recupera una palla vangante e ne mette due dal pitturato, Delia fa 2/2 dalla lunetta, Udine alza i giri in difesa chiudendo le ricezioni delle guardie centesi; sul finire di quarto Arletti inchioda la schiacciata per il 69 a 53 di Apu.

L’ultimo quarto comincia con un altro canestro d'esperienza di capitan Toscano, poi due azioni fotocopia della Sella: Sabin si libera dai blocchi e segna due triple di fila accorciando sul -12, inducendo coach Verdemati a fermare la partita. Uscendo dal time out Da ros segna in lay-up, Caroti e Clark bombardano da 3 punti riportando l’APU sul +18 a 6 minuti dalla fine. Sabin fa 3/3 dalla lunetta, Palumbo segna in step-back da due, Bruttini in semi-gancio ne porta altri due sull'alto-basso con Archie, per Udine Alibegovic, Caroti e da Ros segnano da tre punti in 3 possessi consecutivi chiudendo definitivamente una partita che, per larghi tratti, è stata combattuta ad armi pari dalla Benedetto; superiore il talento della corazzata bianconera che vince 93 a 80. Prossimo appuntamento per la Sella Cento mercoledì 1 novembre al Palaflaminio di Rimini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, la Sella Cento si arrende a Udine

FerraraToday è in caricamento