rotate-mobile
Basket

Basket, la Sella batte Nardò e si congeda dai tifosi alla Baltur Arena

Il match termina con il punteggio 88-74. Conclusa positivamente la stagione

Ultimo appuntamento della stagione per la Benedetto, che ospita una Nardò già salva. Partita priva di motivazioni per entrambe le squadre, che nei precedenti hanno sempre regalato partite gradevoli. Mussini, Moreno, Musso, Toscano e Ladurner da una parte, dall'altra Parravicini, Baldasso, La Torre, Stewart jr, Iannuzzi. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Ladurner apre le marcature, grazie a un gancio con la mano debole. Una tripla di Mussini porta la Sella avanti di 5 e la partita prosegue a ritmi bassi, Cento trova Ladurner al centro dell'area e Nardò segna dalla media con un'ottima uscita dai blocchi di Baldasso. Archie e Musso si iscrivono al match con due triple, poi Ladurner conclude un bel contropiede e +11 Benedetto. Palumbo entra dalla panchina e si alza da tre punti, Bucciol taglia e appoggia al vetro e Moreno conclude il primo quarto sul 31-16. 

Bucciol conclude al ferro di mano mancina, Baldasso prova a ricucire lo svantaggio con una tripla ben cosruita, non tarda la risposta di Musso, poi Moreno segna due facili dopo un bel passaggio di Pavani, poi Nardò trova il modo di frenare la pioggia di triple biancorosse e torna a -10, però è ancora Moreno a timbrare dall'arco dei 6 metri e 75, non una ma due volte per decretare il 48-32 dopo i primi 20 minuti. Chiusi ricomincia il quarto per competere nella partita e piazza un 11-0 di parziale, firmato da Parravicini su tutti, che vuole concludere al meglio un'ottima stagione personale. Archie sblocca i suoi dall’arco, ma arriva subito la risposta di Stewart e allora è partita vera alla Baltur Arena, dove Cento conduce 54-48, fino alla tripla di Stewart che riporta a un possesso di distanza la Hdl. 

La Sella spinge sull'acceleratore sul finale del terzo periodo e i canestri di Musso e Bruttini riportano avanti i padroni di casa, di nuovo +10 e 65-55 dopo 30 minuti. Stewart con spazio trova la tripla del -7, poi Nikolic trova la linea di fondo, pescato da Iannuzzi. La squadra di Dalmonte punisce dalla media distanza e rimane appiccicata alla Benedetto, che riallunga con un ispiratissimo Bernardo Musso, quando mancano tre minuti al termine e i punti di vantaggio sono sei. 

Musso cattura, inoltre, un rimbalzo offensivo importante e consente a Moreno di segnare da tre punti, dopo qualche errore consecutivo. La curva regala un minuto e mezzo di standing ovation a Matteo Mecacci, all'ultima apparizione sulla panchina biancorossa. Mussini firma il +12 con una tripla, chiudendo il discorso e dando il via alla passerella finale. Escono Bruttini, Mussini e Palumbo accolti dagli applausi della Baltur Arena e anche oggi la cornice di pubblico è commovente per presenza e calore. C'è tempo anche per il canestro di Magni. E' il momento degli abbracci. La partita finisce 88-74 e si chiude un'altra gloriosa stagione per la Benedetto XIV Cento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, la Sella batte Nardò e si congeda dai tifosi alla Baltur Arena

FerraraToday è in caricamento