rotate-mobile
Politica / Centro Storico / Corso Ercole I d'Este, 17

Museo del Risorgimento, Zonari: "Manifestazione per chiederne la riapertura"

L'iniziativa, prevista nella giornata del 25 aprile, intende sollecitare la scelta di un'altra sede

“La riapertura del Museo del Risorgimento e della Resistenza sia una priorità”. E’ quanto chiede Anna Zonari, candidata a sindaco, proprio a ridosso delle celebrazioni del 25 aprile. Giorno in cui è stata organizzata una manifestazione per spingere verso una nuova sede.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Dall’estate 2020 – prosegue - tutto ciò che conteneva è stato rimosso, gli uffici trasferiti a Porta Paola fino a data da destinarsi, in attesa della nuova sede, individuata nel Palazzo Pico Cavalieri, la cui ristrutturazione è in corso e lo è dall’estate 2023. Si poteva scegliere di spostare il Museo in altra sede idonea o di lasciarlo in un limbo: è stato scelto il limbo”.

Sempre secondo l’analisi di Zonari “chi oggi si occupa di ricerca e documentazione storica deve essere messo nelle condizioni di poter usare gli strumenti di cui la città già dispone, per sopperire alla perdita del patrimonio umano e morale costituito dai partigiani in carne e ossa. Senza sede fisica il Museo non può esprimere le sue potenzialità, come le attività di divulgazione e formazione”.

Per la candidata è, dunque, importante continuare a ricordare cosa sia stato il fascismo e cosa sia stata la lotta contro il regime, “per riuscire a prevenire, oggi, quelle che potrebbero essere le radici”. Poi, dopo aver ricordato il legame stretto con le scuole, torna ad analizzare la questione della sede: “Saremo presenti giovedì 25, alle 12, davanti all’ingresso di corso Ercole d’Este per chiederne la riapertura, in una sede idonea”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo del Risorgimento, Zonari: "Manifestazione per chiederne la riapertura"

FerraraToday è in caricamento