rotate-mobile
Elezioni 2024

'Youth Check', Fornasari (Ferrara Futura) punta sulla valutazione dell'impatto delle politiche sui giovani

La candidata nella lista in appoggio a Botti si è soffermata su uno strumento applicato in Austria e Germania

"Ferrara si trova al 98esimo posto su 107 province per tasso di natalità e ultima in regione per occupazione giovanile. Sono dati preoccupanti che devono essere il punto di partenza per chiunque desideri guidare la nostra città verso un futuro migliore". A parlare è la componente della lista Ferrara Futura Chiara Fornasari.

Iscriviti al canale WhatsApp FerraaùraToday  

La candidata consigliera comunale ha rimarcato di credere "fermamente che la chiave per il nostro rilancio sia investire nei giovani e nelle loro opportunità di lavoro. Nel nostro programma, le politiche giovanili sono una priorità assoluta. Vogliamo sostenere le famiglie, migliorare le scuole e trattenere i giovani talenti facilitando l'incontro tra competenze, imprese e università".

Fornasari ha evidenziato che "è essenziale creare un ambiente che favorisca la nascita di nuove imprese e che renda più semplice per i giovani trovare lavoro. Uno strumento innovativo che intendiamo introdurre è lo 'Youth Check', un progetto promosso dall'Ue per promuovere l'equità tra generazioni e valutare l'impatto delle politiche sui giovani. Questo strumento, già applicato con successo in Germania e Austria, valuta l'effetto delle decisioni governative sui giovani in termini ambientali, sociali ed economici". 

La componente della lista Ferrara Futura ha aggiunto che "il Governo italiano ha recentemente adottato questo approccio tramite l'Indicatore Vig (Valutazione di impatto generazionale). Anche nella nostra regione ci sono già le prime sperimentazioni di queste politiche, come nei Comuni di Parma e Bologna. Questi esempi ci dimostrano che è possibile implementare con successo tali metodologie anche a Ferrara. Creare una banca dati che fotografi l'universo giovanile – dall'educazione alla formazione, dall'occupazione all'imprenditorialità, fino alla partecipazione sociale e alla salute – è il primo passo per pianificare politiche efficaci".

Fornasari ha sottolineato che "per ottenere risultati concreti, è necessaria una stretta collaborazione tra tutti i settori dell'Amministrazione comunale e l'adozione di un approccio intersettoriale. Solo così possiamo correggere e migliorare le iniziative in corso e valutare i risultati in modo trasparente. Nel processo decisionale è inoltre doveroso coinvolgere i giovani e le loro associazioni".

Da qui alla considerazione che "Ferrara può e deve dotarsi di queste buone pratiche, utilizzando le competenze già presenti nella nostra Università e imparando dalle esperienze delle città vicine. Questo ci permetterà di fare un salto di qualità nell'efficacia delle politiche giovanili e di migliorare la qualità del nostro capitale umano, per costruire una città che offra opportunità e speranza alle nuove generazioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Youth Check', Fornasari (Ferrara Futura) punta sulla valutazione dell'impatto delle politiche sui giovani

FerraraToday è in caricamento