Politica / Giardino-Arianuova-Doro / Via Italo Scalambra

Abbandoni in via Scalambra, il Pd chiede i tempi per la riqualificazione

I consiglieri Nanni e Proto si sono soffermati sul "disagio sociale" degli immobili

L'area di via Scalambra è al centro di un'interpellanza comunale da parte dei consiglieri del Partito Democratico Davide Nanni e Matteo Proto.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

I due esponenti Dem hanno premesso che "da diversi anni i residenti di via Scalambra segnalano all’Amministrazione comunale la presenza di abitanti abusivi negli immobili abbandonati che si trovano a pochi passi dalle loro abitazioni, ove si verificano episodi di spaccio e degrado sociale che mettono a rischio la sicurezza del quartiere".

Nanni e Proto hanno aggiunto che "la situazione di degrado in cui versano quegli immobili, nel corso degli anni, ha aumentato i rischi per la sicurezza e disincentivato il decollo residenziale di un quartiere non lontano dalla stazione ma ancora mal collegato al centro dalla città, dove i residenti lamentano insicurezza, abbandono, assenza di servizi importanti e una progressiva svalutazione dei valori immobiliari".

I due consiglieri che siedono sui banchi di opposizione hanno ricordato che "nel nuovo Piano urbanistico generale, ancora in attesa di adozione e approvazione da parte del Consiglio comunale di Ferrara, le zone degradate oggetto di segnalazione risultano oggetto di Piani urbanistici attuativi. Per queste, come per altre aree dismesse lungo il canale Boicelli, si prefigurano interventi di 'recupero e rifunzionalizzazione' che il Comune dovrà promuovere, di concerto con altri enti pubblici o privati interessati".

Da qui alla richiesta al sindaco e all'assessore comunale competente "per sapere quali ragioni abbiano impedito o ritardato l'azione di riqualificazione promessa ai residenti della zona", e "quali siano le misure che l'Amministrazione comunale d'ora innanzi intenderà adottare, di concerto con la autorità di Pubblica sicurezza e socio-sanitarie locali, per risolvere le problematiche di grave disagio sociale presenti negli immobili abbandonati di via Scalambra e via Maffi". 

Infine, Nanni e Proto hanno chiesto "quali iniziative di rigenerazione urbana intenda promuovere questa Amministrazione per migliorare la vivibilità del quartiere oggetto di segnalazione e se, a tale scopo, intende ricorrere all'esproprio degli immobili abbandonati ivi presenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandoni in via Scalambra, il Pd chiede i tempi per la riqualificazione
FerraraToday è in caricamento