rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Politica

Verso le elezioni, un manifesto di oltre 100 firmatarie a sostegno di Zonari

Le adesioni sono poi destinate a proseguire sul sito internet de 'La Comune'

"Anna Zonari rappresenta la possibilità di un cambiamento radicale per Ferrara. Una sindaca donna non è solo una diversa vocale, è tutta un'altra storia, un vento nuovo anche nel metodo: concretezza, dialogo, collaborazione, trasparenza, determinazione. Da oltre 65 anni Ferrara non ha una sindaca. Pensiamo che la nostra città abbia bisogno di una donna capace di includere e non escludere, in grado di attivare strumenti stabili di partecipazione reale che conosce, che ha sempre praticato". E' Barbara Diolaiti, una delle oltre cento firmatarie a sostegno della candidata sindaca, a leggere il testo di un manifesto aperto a nuove adesioni.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday  

"E' necessaria una sindaca che ponga al centro la città e chi la abita, che creda - e Anna l'ha già dimostrato in tutto il proprio percorso di vita e di lavoro - nella cooperazione, nella squadra, non nell'individuo solo al comando. Una sindaca competente, che non scopre improvvisamente la necessità di ridurre drasticamente l'inquinamento ambientale, di difendere e rilanciare i beni comuni, di proteggere tutte le persone più fragili, di agire per il lavoro e per evitare la desertificazione sociale, economica e culturale della città; non lo scopre ora perché per tutto questo si è sempre battuta", ha proseguito nella lettura Diolaiti, aggiungendo che "è necessaria una sindaca per restituire Ferrara alla sua bellezza e alla sua umanità, per affrontare e sciogliere, in un dialogo con tutte e con tutti, i nodi del presente e del futuro. Crediamo che Ferrara abbia bisogno - noi abbiamo bisogno - di un futuro diverso, di una trasformazione profonda. Ferrara può e deve cambiare".

L'iniziativa della presentazione di un gruppo di sostegno al femminile, coinvolgendo elettrici del Comune di Ferrara, è nata spontaneamente, nell'arco di pochi giorni. "Quando Anna ha deciso di candidarsi - ha continuato Diolaiti - molte donne ci hanno contattate per chiederci cosa potere fare. In chat c'erano già un'ottantina di donne, da lì siamo partite con questo manifesto". A sottoscriverlo - attualmente in 107 ma il numero è destinato ad aumentare sul sito web de La Comune - donne differenti per età ed esperienze lavorative. Giulia Fiore, altra firmataria, si è soffermata sulla "capacità di avere una visione nel lungo periodo" di Zonari, ricordando i suoi precedenti progetti relativi all'avvio degli empori solidali e all'equipaggio di terra ferrarese di Mediterranea Saving Humans. Arianna Chendi ha manifestato l'entusiasmo per un "programma di condivisione" in grado di riportare alle urne gli indecisi.

La candidata Anna Zonari ha quindi sottolineato l'importanza di "un carico emozionante al di là delle aspettative", e la finalità di portare avanti un "programma di 8 punti", in fase di definizione attraverso l'ascolto dei cittadini e le loro proposte, fin già dai primi incontri. "Ferrara città delle donne significa progettare una città per tutte e per tutti", ha dichiarato ponendo l'accento su "parità e politiche di genere", sulla conciliazione fra "tempi della cura e del lavoro", e sul "coinvolgimento delle donne" in tutti i campi della vita cittadina, con "più investimenti nei nidi, nelle scuole, nei servizi educativi", oltre alla progettazione di "spazi sicuri nei quali camminare anche in ore diurne", con "più relazioni, più illuminazione e più vigili di quartiere, trasporti pubblici e maggiore partecipazione".

Un cenno anche alla recente manifestazione contro i Cpr, "tema ancora attuale e aperto, relativo alla compressione dei diritti delle persone per motivi amministrativi", senza trascurare le diverse prospettive della "crisi climatica", connesse ad argomenti intersecati fra loro come "sostenibilità" e ambiente, sui quali vengono auspicati "interventi strutturali". Il prossimo appuntamento è venerdì 15 marzo alle 19, al centro sociale Barco in via Indipendenza 40, per un aperitivo di quartiere con i cittadini. "Stiamo esercitando il diritto a praticare la democrazia, soprattutto nell'area progressista", ha concluso Zonari, evidenziando il "problema che viene polarizzato il tutto" rispetto al tema di "affrontare la complessità".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso le elezioni, un manifesto di oltre 100 firmatarie a sostegno di Zonari

FerraraToday è in caricamento