rotate-mobile
Politica / Lagosanto

Ospedale del Delta, Scalambra (Rinnovare): "Tagli di posti letto, inaccettabile"

Il candidato a sostegno di Gianluca Bonazza denuncia "l'emorragia di servizi sanitari"

Riceviamo e pubblichiamo:

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

“Nella mia veste di candidato al consiglio comunale per la lista ‘R.Innovare Lagosanto Gianluca Bonazza Sindaco’ esprimo contenuti e preoccupazioni che dovrebbero essere portati a conoscenza dei nostri concittadini in merito all'ospedale di Lagosanto.
In data 17 aprile con nota protocollo generale numero 0024993 a firma del direttore sanitario Emanuele Ciotti, l’Azienda Usl di Ferrara pubblicizza il ‘Piano di rimodulazione delle attività di ricovero nel periodo estivo 2024’. In tale nota si evidenzia una riduzione di 2 posti letto di terapia intensiva nel periodo che va dal 22 aprile all’1 Settembre, oltre ad una sensibile riduzione oraria rispetto alla ordinaria attività operatoria per le specialità di Ortopedia, Urologia, Chirurgia Generale. Ed oltre alla riduzione di 15 posti letto nelle aree di degenza chirurgica.
Per la sanità Regionale Emilia-Romagna, l'ospedale del Delta è diventato il terreno di gioco preferito per i tagli di budget nascondendo una realtà più oscura e pericolosa ovvero l'erosione sistematica di un pilastro fondamentale per la sanità del territorio, in favore dell'asse sanitario ‘Istituto Ortopedico Rizzoli-Ospedale Argenta’.
Mentre questa direzione sanitaria e politica regionale celebra i propri ‘successi’ nella riduzione dei costi sanitari, i cittadini si trovano a pagare il prezzo, spesso con la propria salute e quella dei propri cari, di liste d'attesa interminabili, carenze di personale e strutture obsolete. È un'ingiustizia che non possiamo permetterci di ignorare. Mentre il Governo della presidente Meloni aumenta i fondi destinati al capitolo sanità, la Regione Emilia Romagna, governata dal Partito Democratico, taglia i fondi dell'ospedale del Delta per garantire risorse alla ‘Linea Rossa sanitaria che parte dallo Ior per fermarsi ad Argenta’.
È quindi il momento di alzare la voce non senza ricordare ai candidati sindaci Bertarelli e Pambianchi che l'isolamento è foriero solo di desertificazione e l'eccessiva morbidezza verso le scelte sanitarie Regionali è foriero solo di prostrazione e supina adesione a scelte predeterminate. Chi scrive, forte delle proprie esperienze professionali nello staff dirigenziale Ausl Ferrara, non promette certo miracoli ma precise strategie per arrestare l'emorragia di servizi e prestazioni che il nostro ospedale sta già inesorabilmente vivendo”.
Alessandro Scalambra, candidato al consiglio comunale per la lista ‘R.Innovare Lagosanto Gianluca Bonazza Sindaco’

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale del Delta, Scalambra (Rinnovare): "Tagli di posti letto, inaccettabile"

FerraraToday è in caricamento